Kuminda: A Milano torna il festival del diritto al cibo

Kuminda: A Milano torna il festival del diritto al cibo

Alla Cascina Cuccagna, luogo simbolo della Milano sostenibile, dal 14 al 16 ottobre torna Kuminda, tre giorni di iniziative dedicate al cibo in tutte le
sue sfaccettature: oltre ad incontrare esperti e produttori, si potranno degustare pietanze da tutto il mondo, ma anche giocare, imparare, guardare e cucinare.

Il 17 e 18 ottobre Kuminda, con il sostegno di AGIS, proseguirà all’Anteo spazio Cinema con una selezione di corto e lungometraggi dal Festival delle Terre (VIII Festival Internazionale
Audiovisivo della Biodiversità) di Roma.

Proiezioni, approfondimenti e incontri con critici cinematografici per conoscere storie di colture e culture e raccontare, attraverso l’occhio della macchina da presa, la possibilità di
uno sviluppo sostenibile del pianeta. Ospite della rassegna il regista milanese Bruno Bigoni che lunedì 17 presenterà il suo ultimo film Il colore del vento.

Martedì 18 proiezione del film Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti con la partecipazione in sala del produttore Simone Bachini. In apertura di serata aperitivo-degustazione
di prodotti tipici lombardi.

Kuminda ospiterà momenti di approfondimento presentati da esperti internazionali su diritti, politiche e ruolo delle istituzioni, organizzati in collaborazione con il Comitato Italiano
per la Sovranità Alimentare. Di particolare interesse gli incontri del ciclo “Cibo e democrazia”.

Abdelhamid Zammouri, presidente della Rete di sviluppo locale Remadel, analizzerà il legame tra l’aumento dei prezzi delle derrate alimentari nei paesi del Maghreb e le rivoluzioni della
“primavera araba”. Zammouri confronterà questi episodi facendo emergere, dall’intreccio di cause politiche e sociali, quella forse più sommersa: l’aumento dei prezzi del cibo.
Mona El-Sayed, direttore generale di Fair Trade Egypt, parlerà dei progetti di commercio equo e solidale che coinvolgono migliaia di artigiani egiziani (l’80% dei quali donne), offrendo
loro un reddito degno e un canale commerciale equo per i loro prodotti.

Molti gli appuntamenti che uniscono parole e assaggi, ad esempio “Grana Masala?”, incontro che unirà Punjab indiano e pianura lombarda. Un racconto a più voci alla scoperta
dell’immigrazione punjabi in Italia e della situazione particolare del territorio compreso tra Cremona, Mantova e Brescia, dove sono ormai i cittadini di queste etnia a garantire la produzione
dell’italianissimo Grana Padano. L’incontro sarà accompagnato dalla degustazione di un esperimento di mescolanza gastronomica a base di Grana Padano e pakora (frittelle di verdura).

Ma non solo: l’evento sarà caratterizzato da un folto calendario di eventi per raccontare il cibo attraverso l’arte, la musica e il teatro: Questa terra è la mia terra:
immigrazione, cibo, lavoro attraverso il canto popolare (coro Controcanto), Heina e il Ghul (Compagnia Teatro Laboratorio) e Label (di Massimo Donati e Alessandra Nocilla).

Non mancheranno degustazioni e aperitivi etnici, in cui assaggiare vini e cibi a kmzero, cibo dal Sud del mondo e molto altro. Tra gli appuntamenti più interessanti segnaliamo la
degustazione di piatti senegalesi legata all’incontro “le ricette di Sunugal”, il viaggio attraverso i vini della Val di Susa, e “DeCantando”, degustazione di vini prodotti dall’azienda
agricola “La corte solidale”, accompagnati da canzoni e poesie decantate da uno dei produttori.

L’agenda di Kuminda proporrà workshop aperti a neofiti, curiosi e appassionati di cibo e cucina: dalle ricette a km zero alla coltivazione di un orto cittadino, dalla cottura a impatto
zero alle degustazioni di antichi sapori. In particolare segnaliamo un inconsueto laboratorio di cucina in lavastoviglie, a cura di Lisa Casali, per imparare come cucinare deliziose pietanze
utilizzando la lavapiatti come “forno” a impatto zero. Assaggiare per credere.

Ai più piccoli saranno dedicati laboratori ad hoc, che uniranno gioco ed educazione, gli orti didattici, attività creative e spettacoli. Spazio anche alle scuole medie e superiori
(durante le giornate di venerdì e sabato mattina) con laboratori teorici e pratici per accrescere consapevolezza sul tema “cibo e democrazia” attraverso giochi di ruolo, percorsi
educativi e attività radiofoniche.

L’evento ospiterà anche alcune presentazioni di libri: Le vie dell’orto, di Pia Pera, storie di ortolani e giardinieri per imparare a coltivare frutta e verdura, sul davanzale o in piena
terra, e difendere il proprio diritto alla semplicità. Il grande sogno della Cascina Cuccagna, di Emanuela Bussolati; una presentazione dedicata ai più piccoli (età 6-8
anni), che saranno accompagnati dall’autrice in una visita guidata alla scoperta delle meraviglie dell’antica cascina. Seguirà merenda offerta da Cartaelatte.

Kuminda ospiterà anche un mercatino di prodotti biologici a filiera corta, in cui sarà possibile sperimentare una spesa diversa dal solito. I produttori agricoli, infatti,
venderanno direttamente al consumatore prodotti freschi e conservati, con particolare attenzione alla stagionalità di frutta e verdura.

Il festival del diritto al cibo comprenderà anche alcune visite guidate alla scoperta dei luoghi meno conosciuti della città e simbolicamente legati al cibo, in una prospettiva
multiculturale, mostre fotografiche e molto altro ancora.

Kuminda è un evento organizzato da ACRA e Terre di mezzo Eventi.

KUMINDA 2011 – Festival del diritto al cibo

Cascina Cuccagna
via Cuccagna 2/4 angolo Via Muratori, Milano
venerdì 14 ottobre: 9-22
sabato 15 ottobre: 9-22
domenica 16 ottobre: 10-21

Anteo Spazio Cinema (rassegna di corto e lungometraggi selezionati dal Festival delle Terre -VIII Festival Internazionale Audiovisivo della Biodiversità)
Via Milazzo 9, Milano
lunedì 17 ottobre: 17-23
martedì 18 ottobre: 17-23

Ingresso gratuito

www.kumindamilano.org

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento