Date: Sat, 9 Jun 2018
Subject: Ignazio Visco Governatore di Bankitalia a Milano “LA BANCA D’ITALIA AL SERVIZIO DEI CITTADINI DISINFORMATI” – Convegno nella Sede di Via Cordusio – IEA informa

Il governatore Ignazio Visco ha presentato a Milano una iniziativa di comunicazione

LA BANCA D’ITALIA AL SERVIZIO DEI CITTADINI DISINFORMATI

Se gli italiani sanno tutto sul calcio, sono un po’ ignoranti sull’educazione finanziaria, come certifica la solita ricerca europea che ci piazza all’ultimo posto nella classifica continentale. La finanza, bon grè mal grè, interessa non solo i grandi operatori ma anche tutti noi, almeno quelli che hanno messo da parte qualche risparmio e cercano di difenderlo.

Non solo: è utile sapere, ad esempio, che l’aumento dello spread ci farà pagare di più mutui e prestiti. Perciò Banca d’Italia cerca di colmare la lacuna con diverse iniziative, tra cui quella che ha coinvolto 120.000 studenti italiani, 20.000 in Lombardia.

Incontri  con la Banca d’Italia”, iniziativa itinerante – toccherà molte città italiane a cominciare, dopo Milano, da Torino, Firenze, Napoli – punta a far conoscere ai cittadini funzioni e obiettivi dell’istituto centrale.

Ieri è avvenuta la presentazione nella sede lombarda di via Cordusio con la partecipazione del governatore Ignazio Visco, del direttore della filiale Giuseppe Sopranzetti, del direttore Luciano Fontana e del vice direttore Daniele Manca del Corriere della Sera, del capo della Comunicazione di via Nazionale Paola Ansuini.

Visco, presentando il volume “La Banca d’Italia. Funzioni e obiettivi” ha ricordato che la crisi è stata peggio di quella del 1929, e ne stiamo faticosamente uscendo grazie principalmente all’impegno della nostra industria la cui produttività è molto alta (mentre la competitività, aggiungiamo, è frutto del sistema-Paese non sempre all’altezza).

Concludendo che l’incertezza è la peggiore nemica dello sviluppo e che “l’Italia non è in Europa, noi siamo l’Europa. Dobbiamo pertanto contribuire a migliorarne l’efficienza.”

Gli interventi successivi hanno sottolineato l’importanza di una informazione professionale, efficace e corretta, senza la quale il cittadino-elettore non sarà in grado di fare le scelte giuste per il bene del Paese.

E’ rilevante l’influenza della Banca d’Italia sulla vita quotidiana dei cittadini e, per sommi capi, si esplica nei settori: moneta (politica monetaria, sistemi di pagamento, sorveglianza sui mercati); sistema finanziario (vigilanza sugli intermediari, gestione delle crisi delle banche, tutela della stabilità finanziaria, prevenzione del riciclaggio); ricerca e statistica; servizi al pubblico (tutela dei risparmiatori ed altri servizi ai cittadini).

Foto di archivio:

– Achille Colombo Clerici pres. IEA con Giuseppe Sopranzetti, Direttore sede di Banca d’Italia Milano