La casa spumantistica Battistella contro l’Italian Sounding

La casa spumantistica Battistella contro l’Italian Sounding

“Siamo molto soddisfatti delle dichiarazioni degli assessori Coppola e Manzato. I politici nazionali devono farsi promotori e garanti delle esigenze del Made in
Italy
, supportandone la promozione e la protezione legale. La lotta al fenomeno dell’ ‘Italian sounding’ – prodotti non italiani ma con un nome
italiano o simile a quello italiano originale, ndr – deve essere tra le priorità della politica nazionale ed europea “.

Con queste parole il management della casa spumantistica ‘Battistella’ di Pianzano commenta, dalle pagine del sito dell’azienda – proseccobattistella.com – le posizioni degli assessori della
Regione del Veneto allo sviluppo economico Isi Coppola e alla tutela del consumatore Franco Manzato, alla luce del dibattito emerso in occasione del forum sul ‘Made in’ tenutosi alla Camera di Commercio di Vicenza.

“Noi siamo una giovane casa spumantistica-boutique di Piazano (Treviso), specializzata nella produzione di Prosecco Doc. Produciamo meno di 20.000 bottiglie destinate a hotel e a ristoranti di
alto livello. La concorrenza non ci fa paura; quella sana, anzi, è uno stimolo per farci lavorare ancora meglio. Quella che ci fa paura è la concorrenza sleale che troviamo nei supermercati americani, o dei paesi dell’ex Jugoslavia, dove troviamo bottiglie di ‘Prosec’, finto Prosecco doc, magari accanto a
forme di ‘Parmesan’, finto Parmigiano. Beh, noi questi prodotti ‘Frankenstein’ non li tolleriamo più. Chiediamo maggiore tutela e maggiori sicurezze, senza le quali è impossibile
poter competere nei mercati internazionali” continuano dalle pagine di proseccobattistella.com.

“L’appello ai politici che abbiamo già lanciato qualche settimana fa e che molti giornali hanno voluto riprendere – www.proseccobattistella.com/it/press/comunicati/ – è questo:
iniziate una decisa lotta al fenomeno dell’italian sounding, unica arma per valorizzare il vero ‘Made in Italy’. Nel solo mercato degli Stati Uniti – continuano in una nota sul sito aziendale –
il mercato enogastronomico ‘Made in Italy’ avrebbe un potenziale tre volte superiore all’attuale: qui, su tre prodotti venduti per italiani, uno solo lo è davvero (dati Mipaaf 2010 –
www.politicheagricole.gov.it).

Il fenomeno dell’Italian sounding crea danni economici incommensurabili per la nostra economia e, talvolta, espone i consumatori, ignari, anche a rischi di carattere sanitario: i prodotti ‘Made
in Italy’ veri, invece, sono sottoposti a disciplinari e a controlli rigidi” concludono dalla Casa Battistella.

www.proseccobattistella.com


Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento