Nel 2006 la Cina, superando Giappone e Regno Unito, è diventata il secondo tra i paesi più prolifici per numero di articoli scientifici pubblicati a livello mondiale, preceduta
solo dagli Stati Uniti: così affermano le cifre comunicate dall’ISTIC (the Institute of Science and Technology Information of China, Istituto cinese di informazione scientifica e
tecnologica).

Nel 2006 gli scienziati cinesi hanno pubblicato 172 000 articoli nelle più importanti riviste scientifiche internazionali e nei principali congressi, cifra che equivale all’8,4% di tutti
gli articoli pubblicati.

Inoltre il paese rimonta nella classifica di articoli citati, sebbene il posto raggiunto in questo campo sia solo il 13°, con un aumento del numero di citazioni di articoli prodotti
originariamente da scienziati cinesi pari al 25,3%.

Infine, il numero di articoli cinesi resi pubblici in congressi accademici internazionali è aumentato del 15,8% a fronte di una diminuzione del 9% nel resto del mondo, dal che si
può dedurre che gli scienziati cinesi tendono a lavorare sempre più con omologhi stranieri.