La crisi di Governo nelle mani del Presidente della Repubblica

E’ il giorno delle scelte per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ieri ha concluso il giro di consultazioni con le forze politiche presenti in Parlamento in merito alla crisi
di governo. Il capo dello Stato, che ha definito «complicata e difficile la situazione», potrebbe decidere di affidare l’incarico per la formazione di un nuovo governo o, in
alternativa, sciogliere le Camere e indire nuove elezioni.

IPOTESI MARINI – Per la prima ipotesi il nome più accreditato resta quello del presidente del Senato Franco Marini, ma l’eventualità di un governo istituzionale per le
riforme sembra allontanarsi all’orizzonte. Il centro sinistra chiede un governo a termine per riformare almeno la legge elettorale, così come chiesto anche dagli imprenditori, ma l’ex
Casa delle libertà sembra compatta nel chiedere elezioni anticipate.

Leggi Anche
Scrivi un commento