«La mia vita è stata una corsa»

Il 28 febbraio, al Teatro Nuovo di Torino (corso Massimo d’Azeglio, 17 – ore 21), verrà proiettato il film «La mia vita è stata una corsa», realizzato dalla Fondazione
Bettino Craxi con la regia di Paolo Pizzolante.

Ad organizzare l’evento sarà l’associazione politico-culturale Società Aperta e ad introdurre la proiezione del film saranno Angelo Burzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio
Regionale e presidente di Società Aperta, e l’on. Stefania Craxi, deputato di Forza Italia e presidente della Giovane Italia.

Si tratta della terza proiezione dopo quella di Roma, che vide la presenza di Silvio Berlusconi, del Presidente del Senato Franco Marini e del Presidente Carlo Azeglio Ciampi e quella di
Milano, in programma questa sera.
La durata è di 64 minuti, con immagini dell’Istituto Luce, delle Teche Rai e materiale di repertorio del Psi, oltre alle interviste rilasciate da Craxi durante i suoi ultimi anni di vita
ad Hammamet.

Il film-documentario ripercorre la vita politica di Bettino Craxi, da quando giovanissimo aiutò gli ebrei ad attraversare il confine con la Svizzera per sfuggire al nazismo, fino al
periodo tunisino.
E’ la storia di una vita vissuta di corsa, fatta di scatti d’orgoglio («non prendiamo lezioni dai comunisti»), di responsabilità («se perdo il referendum sulla Scala
Mobile mi dimetto un minuto dopo»), d’onore (Sigonella), di giustizia (aiuto al dissenso internazionale).
Una corsa interrotta da uno sparo dieci metri prima del traguardo. Uno sparo il cui sibilo risuona ancora oggi.

Related Posts
Leave a reply