Uffici della PA più sostenibili grazie a un decreto che recepisce il Piano d’azione nazionale sul Green Public Procurement, predisposto dal Ministero dell’Ambiente di concerto con il
Ministero dello Sviluppo Economico e con il Ministero dell’Economia.

Computer a basso consumo energetico, carta riciclata e senza cloro, arredamento privo di sostanze tossiche e lampade ad alta efficienza saranno caratteristiche comuni a tutti i nuovi uffici,
anche se per realizzare questi spazi sostenibili bisognerà aspettare che siano emanati i relativi provvedimenti attuativi.

Il decreto intanto offre, per la prima volta, un riferimento normativo nazionale ad alcune buone esperienze locali, consentendo alla CONSIP, la società del Ministero dell’Economia che si
occupa degli acquisti, di introdurre tali indicatori nelle gare di appalto per la fornitura di beni e servizi che d’ora in poi seguirà non solo criteri di efficienza ma anche di
sostenibilità.