Simile ad un melone, anche se la forma è più vicina a quella della pera, la papaia è un frutto esotico dal colore che va dal verde al giallo-arancione, a seconda del grado
di maturazione, la polpa è dolce e succosa, ma più che il frutto fresco ultimamente sono i suoi estratti ad attrarre l’attenzione dei nutrizionisti.

Infatti, se ne parla da tempo quasi come di un elisir di giovinezza, tanto che in farmacia ed in erboristeria se ne trovano integratori sotto forma di compresse, tisane o succhi. Il merito
è soprattutto di una sostanza in esso contenuta, la papaina, anche se non tutte le sue virtù sono state dimostrate.

Tuttavia, c’è chi continua ad assicurare di trovare grandiosi benefici dalla sua assunzione. Quali sono questi benefici? Vediamoli.
? Rafforza le difese immunitarie, rendendoci più resistenti nei confronti di varie malattie infettive e anche nei confronti dello stress: merito, oltre che della papaina, della ricchezza
di vitamine (A, B, C, E), di acido folico e sali minerali.
? È un buon ricostituente naturale, quindi efficace per contrastare la stanchezza che molti accusano nei cambi di stagione o con l’arrivo del caldo.
? Aiuta la digestione, poiché la papaina è un enzima in grado di facilitare l’assorbimento delle proteine. Assunta in particolare prima dei pasti, ha un’azione simile a quella
dell’ananas, cioè facilita la diuresi e aiuta a smaltire gli accumuli adiposi, poiché favorisce lo smaltimento degli acidi grassi dagli adipociti
? Favorisce il drenaggio dei liquidi, quindi è indicata per le persone che soffrono di ritenzione idrica e che, soprattutto con l’arrivo dell’estate, vedono comparire edemi
generalizzati, ma è utile anche in caso di cellulite, che in parte è provocata o peggiorata proprio da accumuli di liquidi negli spazi interstiziali.
? Ha proprietà anti-radicali liberi, poiché contiene derivati della vitamina A, soprattutto betacarotene, utile per prevenire il rischio di scottature ed eritemi: motivo in
più per assumerla proprio in prossimità dell’esposizione al sole, poiché ci permette di fare buona scorta di antiossidanti che difendono la pelle dagli effetti nocivi dei
raggi solari.
? La presenza di vitamina C ed E, oltre a difendere le cellule dall’ossidazione, migliora la circolazione, poiché rinforza le pareti dei vasi sanguigni. Insomma, considerate tutte le
virtù decantate, forse vale la pena di provarla, visto che male non fa: l’unica precauzione naturalmente va adottata durante gravidanza e allattamento, quando è meglio evitare
l’assunzione di qualunque integratore non sia espressamente prescritto dal proprio ginecologo. In tal caso, meglio consumare il frutto fresco!