La segale aiuta contro la stitichezza

La segale aiuta contro la stitichezza

La segale (e gli alimenti derivati) è in grado di combattere la stitichezza, riducendo i sintomi e favorendo l’evacuazione. E la sua azione è quantomeno pari a quella dei farmaci
lassativi.

Lo afferma una ricerca dell’Università di Helsinki (Finlandia), diretta dalla dottoressa Reetta Holma e pubblicata sul “Journal of Nutrition”.

Gli scienziati hanno lavorato con 51 adulti, tutti affetti da stitichezza. Tali volontari sono stati divisi in 5 gruppi: il primo ha ricevuto 240 g al giorno di pane integrale di segale, il
secondo una bevanda a base di latte contenente “Lactobacillus rhamnosus GG” (LGG). Al terzo gruppo sono stati assegnati sia il pane che la bevanda, al quarto del pane bianco. Il quinto
gruppo, infine, ha ottenuto un lassativo commerciale.

Al termine del periodo di osservazione, i risultati hanno mostrato che quelli del primo gruppo avevano ottenuto un aumento del transito intestinale (variabile dal 23% al 41%), mentre non vi
sono stati cambiamenti significativi nel quarto e quinto gruppo.
Inoltre, l’uso di lattobacilli non ha mostrato significativi cambiamenti rispetto alla sola assunzione del pane integrale.

Secondo gli studiosi, il bonus della segale è dato dal suo elevato contenuto di fibra. Quando questa arriva nel colon, i batteri presenti danno il via alla fermentazione, che porta
all’aumento degli acidi grassi a catena corta. Inoltre, la fermentazione si combina agli arabinoxilani (polisaccaridi), stimolando contrazioni propulsive. Infine, concludono i ricercatori, si
ha accelerazione del transito e sollievo dalla costipazione.

Spiega la dottoressa Reetta Holma: “I risultati sono stati incoraggianti. Per quanto a nostra conoscenza, questo studio è il primo a valutare gli effetti del pane di segale nel
trattamento della costipazione rispetto ai lassativi e, contemporaneamente, studiare i cambiamenti nel metabolismo del colon”.

Reetta Holma, Sanna-Maria Hongisto , Maija Saxelin, Riitta Korpela, “Constipation Is Relieved More by Rye Bread Than Wheat Bread or Laxatives without Increased Adverse Gastrointestinal
Effects”
, Journal of Nutrition 2010, doi: 10.3945/jn.109.118570

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento