Cremona – E’ stato un avvio decisamente positivo, quello che ha segnato il ritorno di Campagna Amica nelle scuole del territorio, con l’anno scolastico 2007-2008 la Coldiretti
ha voluto triplicare il proprio impegno, proponendo un ricchissimo ‘pacchetto’ di percorsi e attività, spaziando dal tema dell’etichettatura e del valore dell’origine (percorso proposto
nell’ambito del progetto ‘Lo Spaventapasseri, l’alimentazione va a scuola’, iniziativa orchestrata dal Settore Agricoltura della Provincia di Cremona, nella quale Campagna Amica
è da sempre presente) alla riflessione legata alla tutela ambientale (da qui l’adesione alle «Proposte di educazione ambientale» avviate in collaborazione con il
Parco del Serio), senza trascurare la ‘Scuola di energia’, apprezzata iniziativa inaugurata lo scorso anno nell’ambito de ‘L’oasi visibile’, progetto didattico coordinato dal Settore
agricoltura della Provincia.

Nel mese di gennaio sono partiti gli incontri con le classi: i giovani imprenditori, le imprenditrici agricole e i pensionati della Coldiretti sono così tornati in cattedra, con
l’obiettivo comune di avvicinare alunni e studenti delle scuole primaria e secondaria di primo e secondo grado ad una più profonda conoscenza dell’agricoltura e del territorio.

Utili dispense aiutano gli imprenditori agricoli nelle specialissime lezioni proposte alle classi. In particolare, pensando alla «scuola di energia», la Coldiretti ha dato vita ad
un «vademecum su fonti rinnovabili e produzione di energia dai campi», a cura di Giovani Impresa, Donne Impresa e Campagna Amica, con la collaborazione dell’Ufficio Ambiente e
Innovazione della Federazione di Cremona.

La pubblicazione, fresca di stampa, mostra ai ragazzi, in 24 pagine, i tanti volti dell’energia pulita. Semplice ed immediata, sta letteralmente conquistando i giovanissimi lettori: le tremila
copie stampate dalla Coldiretti, consegnate agli studenti in occasione delle lezioni della ‘scuola di energia’, stanno andando a ruba. Il kit proposto alle classi comprende anche manifesti,
schede, dispense.

L’impegno del team di Campagna Amica è davvero notevole: basti pensare che, a fine anno, gli alunni incontrati saranno oltre duemila.