Vincenzo Lardinelli è il nuovo Presidente della Fiba, l’organizzazione dei balneari di Confesercenti, toscano, 44 anni, imprenditore turistico, Lardinelli, eletto all’unanimità
dall’Assemblea della Federazione riunita a oggi a Roma, prenderà il posto di Adolfo Masullo.

Nel suo intervento, il neo Presidente ha sottolineato il ruolo strategico del turismo per l’economia nazionale e la necessità di politiche adeguate, da parte di Governo ed Istituzioni,
capaci di favorire lo sviluppo del settore agendo soprattutto sulla leva fiscale e realizzando l’armonizzazione dell’IVA, per ridurre lo svantaggio competitivo con i Paesi europei nostri
concorrenti.«Nel turismo della balneazione in particolare – ha sottolineato Lardinelli – oltre 7.000 aziende aspettano ormai da anni risposte ed un quadro normativo preciso su questioni
come i canoni demaniali, con la conferma della funzione turistica- ricreativa delle pertinenze.

L’incertezza che continua a gravare sulle imprese turistiche, in specie quelle balneari, in presenza anche di un difficile e preoccupante quadro economico generale – ha ammonito – rischia di
produrre effetti devastanti, anche a livello occupazionale». Per dare adeguata rappresentanza al mondo delle imprese balneari e favorire l’apertura di una nuova stagione di politiche a
favore del turismo, il neo Presidente ha indicato come primo obiettivo quello di rendere la Fiba più forte ed autorevole, con un gruppo dirigente coeso: «Insieme alle altre
associazioni di categoria e le organizzazioni confederali del turismo – ha affermato – dovremo incalzare l’esecutivo e le altre Istituzioni, elaborando proposte e costruendo iniziative in grado
di rilanciare l’immagine e la produttività del nostro mondo imprenditoriale».