Latte Lazio: Un marchio ne garantisce la qualità

Roma – Il Colosseo e la canzone ‘Viva l’Italia» di De Gregori hanno fatto da sfondo alla presentazione di ‘Colossella’, il marchio di qualità che nei prossimi giorni
garantirà il latte prodotto nel Lazio, un logo ideato dall’assessorato all’Agricoltura della Regione per garantire la sicurezza della produzione laziale.

Nel logo, che consentirà ai consumatori di scegliere la qualità del latte regionale, l’Anfiteatro Flavio spicca in bella vista nello sfondo e nei tanti marchi azzurri racchiusi da
una fascia circolare tricolore.

Colossella sarà il simbolo di quello che l’assessore regionale Valentini ha definito «il riscatto economico del settore caseario, di recente colpito da forti crisi».

Marrazzo presentando il marchio che porterà nel mondo l’immagine del Colosseo avvolto da un’onda di bianco latte ha sottolineato che il Lazio, Regione di Roma, ha un latte meraviglioso.
«Noi difendiamo e rilanciamo il legame di Roma con il suo territorio, la sua regione – ha detto Marrazzo- il Colosseo è conosciuto in tutto il mondo ed è un simbolo di
cultura. Anche il mondo agricolo del Lazio è portatore di cultura. E noi tutti, insieme, dobbiamo valorizzare questo patrimonio culturale, turistico ed enogastronomico. Da una emergenza
come quella che sta vivendo una Regione a noi così vicina come la Campania, vogliamo costruire una opportunità. Per questo – conclude Marrazzo- abbiamo studiato una risposta
tempestiva e con gli strumenti giusti, quindi visibile».

Il marchio Colossella sarà infatti una garanzia anche per la bufala campana visto che, come ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Daniela Valentini «il 90% del nostro
latte viene esportato lì per produrre mozzarella’».

«Qui c’e’ la solidarietà di Roma a Napoli e alla Campania – ha ribadito più volte Marrazzo. Il sistema Italia lo possiamo difendere se difendiamo l’immagine del nostro
Paese, a partire dalla sicurezza alimentare. Oggi c’e’ un po’ l’orgoglio della nostra agricoltura: dalla crisi può nascere una grande opportunità. Questo marchio – ha proseguito –
garantisce la qualità dei prodotti e invita italiani e stranieri a mangiare in tranquillità i prodotti su cui e’ applicato».

D’accordo l’assessore Valentini che ha spiegato: «I controlli fatti negli ultimi 2 anni dall’Istituto zoo profilattico regionali dimostrano che non c’e’ traccia di diossina nella
produzione lattiera-casearia laziale e che gli allevamenti sono completamente indenni da brucellosi, tubercolosi e leucosi».

Related Posts
Leave a reply