Maggiore sinergia e collaborazione. E’ quanto ha chiesto, in un recente incontro, Mario Vigo, Presidente di Confagricoltura Milano e Lodi all’Assessore all’Agricoltura della Regione
Lombardia,Viviana Beccalossi. “Come già in altre occasioni, ha commentato Mario Vigo al termine dei lavori, la Vice Presidente Beccalossi si è dimostrata attenta e puntuale sui
problemi. Certamente, e nonostante la sensibilità dell’Assessore verso i temi produttivi, le situazioni sono difficili e complesse. C’è, ancora, un lungo percorso da fare assieme,
fra Istituzioni ed Organizzazioni professionali, viste le problematiche di strettissima attualità così come per le prospettive che l’Unione Europea sta dettando e mettendo in
pratica per l’agricoltura dei prossimi decenni”. Proprio in quest’ottica di legislazione europea che la Lombardia recepisce, Vigo ha messo in evidenza come “in questo periodo di transizione fra
la programmazione europea relativa ai Piani di Sviluppo Rurale conclusasi con il 2006 e la nuova che prenderà il via quest’anno, occorre, ha rimarcato – che ci sia un continuo e costante
scambio di idee, di progetti e di situazioni. Tutto ciò al fine di evitare alle aziende, come sta accadendo per alcuni contributi previsti dalla Ue – di scontare inutili e pesanti
ritardi nei pagamenti e nella definizione dei cosiddetti titoli produttivi, cioè i riconoscimenti economici definiti da Bruxelles”. Ma l’incontro Beccalossi, Vigo ha visto all’ordine del
giorno anche tutta una serie di altri argomenti ad esempio la realizzazione di un nuovo evento fieristico, sulle orme del partecipatissimo SIA di Parigi – presso la sede di Rho-Pero:
manifestazione che vede, già oggi, schierate sulle stesse posizioni tutte assieme le Organizzazioni agricole, tanto da aver dato vita ad un’apposita società che ha già
elaborato un progetto di massima. Oltre ad Agrifiera c’è però la più scottante e difficile situazione che grava sui produttori di latte, intendendo le fasi attualmente in
corso della trattativa per la determinazione del prezzo alla stalla e, come ha chiesto Vigo di “sapere quali iniziative sono state adottate dalla Regione per contrastare gli effetti dell’errore
relativo al pagamento dei contributi PAC 2006 ai produttori non in regola con le multe latte”. Anche in tema di siccità, relativa alla scorsa annata 2006 il Presidente di Confagricoltura
Milano e Lodi ha chiesto, con forza, l’equiparazione delle situazioni fra Milano ed altre province lombarde, in primis Pavia. “Ho fatto presente all’Assessore Beccalossi, ha sottolineato Vigo,
che in 30 Comuni della Provincia di Pavia è stato dichiarato lo stato di calamità naturale, così come per altre aree nel territorio di Varese e di Como mentre per la
Provincia di Milano non sono state attivate le provvidenze previste dalla legge. Eppure in molti casi, ha rimarcato Vigo all’Assessore Beccalossi, si parla di territori limitrofi e, anche,
confinanti”.

Fonte: www.confagricoltura.it