L’australiana Wyndham Estate di Rowland Flat ha vinto il Premio Speciale Gran Vinitaly 2007 ed entra nell’Albo d’oro del Concorso Enologico Internazionale, il premio è un riconoscimento
di grande prestigio, perché viene assegnato all’azienda che ha totalizzato il maggiore punteggio su due vini premiati con medaglia in gruppi diversi.

Dieci invece le aziende che grazie alla somma dei punteggi ottenuti con tre vini che hanno ricevuto la Gran Menzione hanno vinto il Premio Speciale Vinitaly. Si tratta, in ordine per Paese,
della canadese Vineland Estates Winery, della ceca Moravske Vinarske Bzene Sro, della cilena Vina Luis Felipe Edwards Ltda, della francese Champagne P & C Heidsieck, della tedesca Divino
Nordheim Main, della greca Evangelos Tsantalis Sa, dell’italiana Cantine Due Palme, della portoghese Sogevinus Fine Wines Sa, della spagnola Miguel Torres Sa e della svizzera Provins
Valais.
Anche la 15^ edizione del Concorso Enologico, svoltosi dal 21 al 25 marzo, conferma la tradizionale selettività della gara, avendo assegnato solo 105 medaglie su oltre 3.500 partecipanti
provenienti da 30 Paesi diversi. Rispetto alle passate edizioni, comunque, il numero dei premiati è stato maggiore, e questo deve essere visto con favore perché dimostra un
innalzamento della qualità complessiva dei campioni sottoposti a giudizio.

La proclamazione dei vincitori verrà fatta il 29 marzo, in occasione dell’inaugurazione del 41° Vinitaly, successivamente sul sito di Vinitaly (www.vinitaly.com) verrà pubblicato l’elenco completo dei vincitori, compresi quelli che hanno
ottenuto Gran Menzioni.
La valutazione ha impegnato 21 commissioni. Hanno fatto parte della giuria 105 persone tra enologi e giornalisti di settore provenienti da tutto il mondo, che hanno seguito il metodo di
valutazione dell’Union Internationale des  Œnologues, che prevede l’espressione dei giudizi in centesimi.
Durante le selezioni dei vini partecipanti al 15° Concorso Enologico Internazionale, organizzate a cura dell’Associazione Enologi Enotecnica Italiani, sono stati utilizzati 23.000 bicchieri
e compilate oltre 21.000 schede di valutazione pari a più di 300.000 giudizi parziali.

Oltre al prestigio del premio, da quest’anno il Concorso Enologico aggiunge azioni mirate a dare visibilità commerciale ai vini premiati sia nel corso del 41° Vinitaly sia in giro
per il mondo nell’ambito delle tappe di Vinitaly Tour (Russia, Usa, Giappone, Cina e India). Inoltre, è già stato raggiunto un accordo tra Veronafiere e la catena distributiva
Isetan, che allestirà nei suoi punti vendita in Giappone un corner di vendita dei vini vincitori del Concorso. In più, grazie a un accordo con Spazio Italia l’azienda Cantine Due
Palme di Cellino San Marco (BR), vincitrice della sezione Italia, avrà a disposizione 15 giorni di promozione all’interno dell’area gestita da Air Dolomiti/Lufthansa nella zona partenze
per l’Italia dell’Aeroporto internazionale di Monaco.

Per l’Australia si tratta del primo premio Gran Vinitaly dalla nascita del concorso. L’hanno preceduta nell’albo d’oro la spagnola Segura Viudas di Torrelavit nel 2006, le italiane Cantine
Marchesi di Barolo (premiata nel 1993), Banfi di Montalcino (1994, 1995, 1996, 2000), Tasca d’Almerita (1997), Cantine Tollo (1999), Azienda Vinicola Miceli (2004) e Cavit (2005), l’americana
Ernest & Giulio Gallo Winery (1998, 2001, 2002) e la canadese Vineland Estates Winery (2003).