Sapevate che il vino oltre che “far buon sangue”, fa bene anche ai denti? Secondo uno studio dell’Università di Pavia, pubblicato sul Journal of Agricolture and Food Chemistry, il vino
sarebbe un ottimo alleato di dentisti, di dentifrici e antiplacca.

Spieghiamoci meglio. I ricercatori, coordinati da Gabriella Gazzani hanno osservato che alcune componenti del vino, sia rosso, sia bianco, si sono dimostrati attivi ed efficaci contro alcune
specie di streptococchi responsabili della formazione delle carie.

Il team di ricercatori non ha ancora individuato con certezza quali siano le componenti del vino ad avere queste portentose proprietà, anche se i maggiori sospetti sono concentrati su
alcuni acidi, come ad esempio il tartarico e l’acetico.

Fino ad adesso le proprietà del vino sono state sperimentate solamente in vitro. Nello specifico, per neutralizzare determinati ceppi di streptococchi colpevoli alcuni della formazione
della placca batterica, altri responsabili di faringiti. “I nostri risultati – hanno dichiarato i ricercatori – sembrano confermare che il vino possa essere utilizzato come antimicrobico, e che
potrebbe essere utilizzato per la prevenzione delle carie e delle infezioni delle vie respiratorie”. Cosa ne pensate? L’avreste mai immaginato?

www.vino.blogosfere.it