L'avviso comune per un contratto a termine più lungo

Il 10 aprile 2008, Confindustria, Cgil, Cisl e Uil hanno siglato un avviso comune per la disciplina della deroga prevista dall’art. 5, comma 4 bis del d. lgs. 6 settembre 2001 n. 368 (come
modificato dall’art. 1, comma 40 della legge 247/2007).
La legge di attuazione del protocollo sul Welfare, in particolare, ha stabilito che, per il contratto a tempo determinato, le associazioni sindacali del lavoratori e quelle datoriali debbano
stabilire la durata dell’ulteriore contratto a termine che può essere stipulato un’unica volta se è stato raggiunto il termine di 36 mesi di rapporto (compresi proroghe e
rinvii).
Confindustria ed i sindacati, dunque, hanno deciso che la durata del contratto a termine stipulabile in deroga alla suddetta norma non può avere “durata superiore a 8 mesi salve maggiori
durate eventualmente disposte dai contratti collettivi nazionali o da avvisi comuni stipulati dalle organizzazioni dei datori di lavoro e dei prestatori d’opera” firmatarie dei CCNL.

Avviso comune per la disciplina della deroga prevista dall’art. 5, comma 4 bis
del dlgs 6 settembre 2001 n. 368 (come modificato dall’art. 1, comma 40 della legge 247/2007)

Related Posts
Leave a reply