Roma, 28 Settembre 2007 – “Siamo interessati ad implementare il mentoring in vari campi e vogliamo inserirlo in progetti interregionali transnazionali, previsti nella nuova
programmazione regionale del Fondo sociale europeo”. Lo ha detto Silvia Costa, Assessore all’Istruzione della Regione Lazio e coordinatrice della IX Commissione Istruzione della Conferenza
delle Regioni, intervenuta alla Conferenza finale del Progetto europeo “Maitre à mentoring”, che si è tenuta oggi a Firenze. Il progetto ‘Mentoring: training Materials and
Resources (Maitre)’, finanziato nell’ambito del programma comunitario Leonardo, ha lo scopo di potenziare la qualità dei programmi di mentoring migliorandone i percorsi formativi, le
tecniche ed i materiali didattici.

“Il mio Assessorato è impegnato a promuovere concretamente esperienze di mentoring nell’ambito educativo, in quello del volontariato e nell’imprenditoria, con particolare riguardo a
quella femminile. Abbiamo, infatti, attivato una convenzione con la Fondazione Italia/Usa, fondata da Matilda Cuomo, per interventi di mentoring educativo in circa 20 scuole, rivolti ad oltre
200 ragazzi con particolari problemi di integrazione sociale e di apprendimento – ha precisato Silvia Costa – Come coordinatrice degli Assessori regionali all’Istruzione, ho preso l’impegno ad
implementare la conoscenza e le best practices del mentoring tra le Regioni, per poter lavorare anche in ambito di reti transnazionali e favorire l’inserimento e l’apprendimento da parte dei
giovani, sostenendo i processi di empowerment sociale.”

“Di particolare interesse, nella Conferenza di Firenze, è l’esperienza francese della Bretagna, realizzata insieme alle locali Camere di Commercio, diretta alla formazione più
specifica dei tutor dell’apprendistato, promossa per motivare ulteriormente l’apprendista, di fronte ad una media di abbandono dell’apprendistato da parte dei giovani, che in Bretagna si aggira
intorno al 30%” ha concluso Silvia Costa.