Roma, 18 Giugno 2007 – Nel mese di maggio la spesa farmaceutica territoriale della Regione Lazio è ulteriormente diminuita con un calo del 18,22% rispetto allo stesso mese dello
scorso anno, per un risparmio pari a 27,5 milioni di euro.

Il costante andamento decrescente, cominciato nel giugno 2006, è il risultato concreto delle misure adottate dalla Giunta Marrazzo per il contenimento della spesa, e che essenzialmente
puntano su:

– indice di appropriatezza per i Medici di Medicina Generale e per i Pediatri di Libera Scelta;

– distribuzione diretta dei farmaci più costosi;

– distribuzione in nome e per conto attraverso le farmacie;

– monitoraggio capillare della spesa;

– coinvolgimento dei medici in un percorso di appropriatezza prescrittiva;

– fornitura del primo ciclo di cura alle dimissioni ospedaliere.

Dopo i brillanti risultati di inizio anno, a maggio la spesa si è attestata a 123.795.319 euro, contro i 151.378.297 euro del maggio 2006. Un risparmio di ben 27,5 milioni di euro: un
ulteriore risultato che va a consolidare ancor più la tendenza ormai strutturale al contenimento della spesa farmaceutica (vedi grafico e tabella riepilogativa).

“Prosegue il lavoro delle Aziende Sanitarie e dei medici di medicina generale ed ospedalieri, con i quali si sta procedendo sul percorso dell’appropriatezza nelle prescrizioni dei farmaci”,
è il commento dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Augusto Battaglia. “La costante riduzione della spesa farmaceutica – ha aggiunto – è il frutto di soluzioni
organizzative e distributive adottate dalla Regione che stanno ormai allineando la spesa farmaceutica del Lazio a quella delle Regioni più virtuose, e che rendono concreto l’obiettivo di
stabilizzare e mantenere la spesa per l’assistenza farmaceutica territoriale entro il tetto del 13%”.

www.regione.lazio.it