L’Inpdap, con nota n. 3 del 22 febbraio 2008, ha fornito chiarimenti in merito alla corretta individuazione dell’aliquota da applicare ai premi di produzione.
L’Inpdap ha ricordato che il premio di produzione rientra nella “retribuzione accessoria variabile” ed è correlato al grado di raggiungimento collettivo degli obiettivi prefissati in
sede di contrattazione decentrata. Pertanto il compenso, che viene liquidato entro l’anno successivo a quello di riferimento, è soggetto alla verifica del raggiungimento degli obiettivi
ed è strettamente connesso alla presenza in servizio ed al livello retributivo del dipendente medesimo.
L’Inpdap, dunque, ha precisato che i premi di produzione devono essere assoggettati ad aliquota di cassa, ma i contratti integrativi possono prevedere premi definiti “di produzione”, che, non
rispondendo agli stessi requisiti, sono assoggettati all’aliquota di competenza.

Inpdap, nota n. 3 del 22 febbraio 2008