Firenze, 25 Giugno 2007 – Le “Notti dell’Archeologia” è la più importante manifestazione in campo archeologico in Italia. Un ricchissimo calendario di eventi che dal 2001
ha incontrato il consenso di un numero sempre crescente di visitatori, studiosi, appassionati o semplici curiosi: dalle 7.500 presenze della prima edizione alle oltre 40.000 dello scorso anno.

La rassegna, nata su iniziativa della Regione Toscana e dell’Amat (Associazione musei archeologici toscani), con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Archeologici, ha lo scopo di
avvicinare il maggior numero di persone all’archeologia, rendendo più familiare e disponibile al grande pubblico un patrimonio di grande fascino, ma spesso poco conosciuto e non
facilmente comprensibile.

Il successo registrato ha spinto gli organizzatori a estendere all’intero mese di luglio il programma degli eventi: visite guidate, escursioni, archeologia sperimentale, animazioni teatrali,
proiezione di film. L’archeologia ci ha abituati a vivere e scoprire il passato per capire il presente. È questo lo spirito con cui abbiamo pensato il calendario di quest’anno, che ha
per tema “Le antiche strade dell’Etruria”, un filo rosso che si snoderà sull’intero territorio regionale alla ricerca dell’antica viabilità etrusca con oltre 300 appuntamenti.
Oltre alle aperture straordinarie notturne di musei e parchi, trekking archeologici, cene tematiche ispirate alla gastronomia antica, sarà anche possibile visitare i resti della
più grande ed antica balena fossile mai rinvenuta in Italia e nel bacino del Mediterraneo.

La Regione Toscana è orgogliosa di ospitare questo evento. Una manifestazione che si propone di conciliare informazione culturale ed intrattenimento, facilitando l’approccio con la
disciplina senza rinunciare al rigore scientifico.

www.regione.toscana.it