Nell’anno in cui l’Europa compie 50 anni, una delle sue più recenti istituzioni, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), festeggia i suoi primi cinque anni di
attività. Il consiglio di amministrazione dell’EFSA ha ribadito il proprio impegno a proteggere la salute dei consumatori europei attraverso valutazioni scientifiche del rischio del
più alto livello, che informino le politiche europee e le decisioni sulla gestione del rischio nel campo della sicurezza alimentare. Il consiglio ha confermato al comitato ed ai gruppi
di esperti scientifici dell’EFSA il proprio sostegno nel fornire pareri scientifici in modo tempestivo e trasparente. Oggi, 27 marzo, in occasione della riunione del suo consiglio di
amministrazione a Berlino, l’EFSA ha annunciato il programma per il 5° anniversario. Le varie iniziative in calendario includono un importante forum scientifico a Bruxelles nel mese di
novembre.

Il professor Patrick Wall, presidente del consiglio di amministrazione dell’EFSA, ha dichiarato “50 anni di cooperazione e collaborazione costituiscono un importante anniversario; anche
l’istituzione dell’EFSA cinque anni fa è stata una pietra miliare per l’Europa. Una serie di crisi in campo alimentare, culminate nella BSE, aveva danneggiato sia la fiducia dei
consumatori nella sicurezza della catena alimentare, sia l’impegno dei legislatori e dell’industria a mettere la salute dei consumatori dinanzi a tutti gli altri interessi. L’EFSA è ora
divenuta l’Autorità alimentare europea indipendente di riferimento, che pone il consumatore al primo posto, e la cui attività si fonda sulle valutazioni scientifiche del rischio
effettuate da esperti indipendenti.

Catherine Geslain-Lanéelle, direttore esecutivo dell’EFSA, nel presentare ai membri del consiglio il programma dettagliato delle attività celebrative del quinto anniversario
dell’Autorità, ha dichiarato: “Al termine di questi cinque anni desideriamo soffermarci a guardare a quanto raggiunto finora nella nostra breve esistenza, ma, soprattutto,
desideriamo guardare avanti e stimolare il dibattito sulle sfide future nel campo della valutazione del rischio. Le nostre attività culmineranno in novembre a Bruxelles con un forum
scientifico ed un vertice sulla sicurezza alimentare, per discutere le questioni del futuro, quali le nanotecnologie, la clonazione animale e la nutrizione”.

Nella riunione di Berlino, tenutasi presso l’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR), il consiglio ha concordato sulla necessità di sostenere maggiormente gli
esperti dei gruppi scientifici dell’EFSA. L‘annuale “Away Day” del consiglio di amministrazione del 26 marzo si è incentrata sull’attività dei suoi gruppi
scientifici e gruppi di lavoro, fulcro dell’organizzazione, che hanno la responsabilità di formulare i pareri scientifici, e sul modo migliore di sostenere gli esperti indipendenti, che
provengono da tutt’Europa ed intraprendono lavoro per l’EFSA in aggiunta al loro lavoro quotidiano.

I membri hanno inoltre discusso di una consultazione pubblica avviata dalla Commissione europea sulla possibilità che l’EFSA percepisca compensi per le proprie valutazioni scientifiche.
Pur consapevole che la fonte di finanziamento dell’EFSA è di competenza dei responsabili della gestione del rischio, il consiglio ha ribadito l’assoluta importanza per l’EFSA di disporre
di adeguate risorse per intraprendere le propria attività per conto dei consumatori europei ed ha messo in guardia sul fatto che qualsiasi decisione in merito ad eventuali compensi
dovrà valutare attentamente le eventuali ripercussioni sulla percezione pubblica dell’indipendenza dell’EFSA.

Informazioni sulle attività in programma per il quinto anniversario dell’EFSA sono disponibili al seguente indirizzo: http://www.efsa.europa.eu/en/about_efsa/efsa_5th_anniversary.html

I documenti della riunione sono disponibili sul sito Web dell’EFSA al seguente indirizzo: http://www.efsa.europa.eu/it/mboard/mb_meetings/mb_30th_meeting.html

www.efsa.europa.eu