«Sui treni pendolari il Governo dia una risposta perchè senza le risorse per il servizio ferroviario regionale, dal primo aprile il servizio sarà ridotto, le parole di
Moretti lo confermano nuovamente: senza interventi urgenti da parte del governo la crisi del trasporto ferroviario locale tra un mese sarà realtà».

Così il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza commenta le dichiarazioni di oggi dell’amministratore delegato delle Ferrovie Mauro Moretti sul trasporto ferroviario pendolare.

«La responsabilità di questa situazione è del Governo – continua Cogliati Dezza – che nell’ultima Finanziaria ha addirittura ridotto le risorse per il servizio pendolare
ferroviario quando ne aveva promesso il rilancio e il potenziamento con il progetto di mille nuovi treni. Visto che ormai anche la possibilità d’inserire un provvedimento nel pacchetto
«Milleproproghe» è sfumata e si continua a dire che le risorse non ci sono, allora si prendano da quelle previste per grandi opere e infrastrutture che favoriscono il
trasporto privato e su gomma mentre le nostre città sono congestionate da un numero impressionante di automobili e per questo assediate da altissimi livelli di smog. Un trasporto
ferroviario locale efficiente – conclude Cogliati Dezza – può garantire a tutti i cittadini il diritto ad una mobilità libera e sostenibile ma non sarà mai così se
non si investono risorse adeguate».