Legge elettorale per le europee, la Camera approva lo sbarramento al 4%

 

Via libera dell’Aula della Camera all’introduzione di una soglia di sbarramento al 4% nella legge elettorale per le elezioni europee. L’Assemblea di Montecitorio ha infatti approvato
l’emendamento con 487 voti favorevoli. I voti contrari sono stati 29, sei gli astenuti.

Tutti gli altri emendamenti sono stati respinti. In serata arriverà il voto finale sulla riforma. Dalle 19 in poi le dichiarazioni di voto saranno trasmesse in diretta
televisiva.

L’introduzione di uno sbarramento del 4% della legge elettorale per le Europee “è un obiettivo che perseguitavamo da anni”. Il segretario del Pd Walter Veltroni lo dice ai
giornalisti al termine della riunione del gruppo cha ha dato il via libera all’intesa con il centrodestra sulla riforma della legge elettorale per le Europee. Una riforma, spiega ancora
Veltroni, che rappresenta una positiva “evoluzione del quadro politico”, un obiettivo delle forze di centrosinistra che favorirà le aggregazioni, mettendo fine alla
frammentazione in Europa. Insomma, “un accordo alla luce del sole tra avversari che restano avversari” aggiunge Dario Franceschini, vicesegretario dei democratici.

Accettando l’accordo, secondo Franceschini, il Pd ha “difeso il diritto dei cittadini a scegliere gli eletti” inserendo nella legge elettorale uno “sbarramento che ci mette al passo –
ha detto – con gli altri Paesi europei”.

Franceschini, conversando con i cronisti, ha poi minimizzato sulle ipotesi di conflitto in seno al gruppo democratico: “Abbiamo votato – ha detto – e l’esito è stato di 200 voti
a favore dell’accordo, 4 contrari e 2 astenuti”. Insomma, per Franceschini oggi è stato fatto un passo importante.

Un passo atteso non solo dal PD, ma anche dagli italiani. Secondo il sondaggio Ipsos pubblicato da Repubblica, infatti, il 74% dei cittadini del Bel Paese vede con favore lo sbarramento
del 4% e addirittura, per il 39,4% sarebbe meglio alzare la soglia anche oltre la percentuale approvata oggi dalla Camera.

 

Related Posts
Leave a reply