L'Egitto non riesce a fermare l'esodo dei palestinesi

Questa notte a New York la Libia ha bloccato l’approvazione della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla crisi umanitaria generata dal blocco israeliano sulla Striscia
di Gaza. Al valico di Rafah, intanto, le autorità egiziane non riescono a far rispettare la chiusura della frontiera.

I miliziani palestinesi hanno aperto una nuova breccia lungo il confine per permettere alla popolazione di sconfinare in territorio egiziano e per questo anche questa mattina gli agenti
egiziani sono schierati in assetto antisommossa. Ma la corsa verso l’Egitto non si arresta. A Gaza sono stati organizzati taxi collettivi che al prezzo di 40 shekel, circa sette euro,
trasportano i palestinesi alla città egiziana di El-Arish, quaranta chilometri da Gaza, per fare provviste.

Leggi Anche
Scrivi un commento