Libri di testo delle superiori, fissati i “tetti”

Con un decreto del Ministero della Pubblica Istruzione è stato introdotto anche per le scuole superiori un tetto massimo per la spesa relativa all’acquisto di libri di testo, è la
prima volta nella storia dell’istituzione scolastica italiana.

Il decreto contiene anche le tabelle per ogni indirizzo e per ogni anno delle scuole superiori mentre per elementari e medie il limite di spesa esisteva già.

Per l’anno scolastico 2008/2009 il tetto massimo complessivo della dotazione libraria, per il primo anno di scuole superiori, non deve superare i 320 euro del liceo classico. Si spende meno per
il secondo anno, dove a pagare di più saranno gli studenti degli istituti nautici e degli istituti turistici (200 euro). Per il triennio il tetto più alto è fissato di
nuovo per i licei classici: 370 euro nel terzo anno, 305 nel quarto e 315 nel quinto anno.

Si tratta di una innovazione che viene incontro ai circa 2 milioni e 600 mila ragazzi che frequentano le scuole statali superiori e che potrà consentire alle loro famiglie di contenere,
almeno in parte, le spese per l’istruzione dei propri figli.

Related Posts
Leave a reply