“Libro parlato” convenzione con la Provincia di Bergamo

Bergamo – La Provincia di Bergamo ha approvato una convenzione con l’associazione «Libro Parlato Onlus – Centro di Milano R. Monti», condividendo la
necessità che i servizi di pubblica lettura prestino particolare attenzione ai gruppi minoritari, tra i quali quelli rappresentati dalle persone con disabilità sensitivo-motorie
che non possono usufruire dei servizi principali, come disposto dalle linee guida internazionali dell’IFLA, dai principi dell’Unesco e dalle linee programmatiche della Regione Lombardia.

L’associazione «Libro parlato Onlus» ha tre sedi in Italia: Chiavari, Milano e Verbania e si avvale dei Lions per diffondere la pubblica lettura tra l’utenza disabile non vedente,
ipovedente e dislessica.
I Lions BG si sono fatti promotori dell’iniziativa e provvederanno alla formazione dei bibliotecari coinvolti. In questo modo, i lettori disabili potranno accedere nelle biblioteche dotate di
appositi lettori a un patrimonio letterario di circa 7 mila volumi, che potranno essere prenotati o ascoltati direttamente in biblioteca.

I bibliotecari raccoglieranno le richieste degli utenti interessati che verranno poi inviate all’associazione «Libro parlato»: questa entro tre giorni – se ha il materiale
disponibile – lo recapita alla biblioteca richiedente, che lo fornisce disabile e provvede in seguito alla restituzione del materiale con il servizio postale gratuito.

«L’approvazione di questa convenzione – spiega l’assessore provinciale alla Cultura, Turismo e Sport, Tecla Rondi – è un passo importante di civiltà e di promozione della
cultura. Accende una nuova attenzione verso le persone diversamente abili, che richiedono una più puntuale attenzione da parte delle istituzioni. Si tratta ora di organizzare sul
territorio le prime postazioni per un servizio che ha una grande finalità culturale, di abbattimento delle barriere e di integrazione».

Leggi Anche
Scrivi un commento