Lo sport fa bene al cervello

Lo sport fa bene al cervello

Addio cliché dell’atleta tutto muscoli e niente cervello: praticare sport allena anche l’intelligenza,

A sostenerlo, uno studio dell’Università di Goteborg (sezione Istituto di Neuroscienze e Fisiologia), guidato dal professor Michael Nilsson e pubblicato da “Proceedings of the National
Academy of Sciences” (PNAS).

Il professor Nilsson e la sua squadra hanno analizzato i dati di 1.200 svedesi maschi, chiamati al servizio di leva tra il 1950 ed il 1976. In particolare sono stati osservati i risultati dei
test fisici e sul quoziente d’intelligenza eseguiti sotto le armi.

I risultati hanno evidenziato un’evidente correlazione tra esercizio fisico ed intelligenza, in particolare nelle are del pensiero logico, Ciò detto, gli scienziati vogliono fare qualche
precisazione.

In primis, ad aiutare per i test sul Q.I. è il fitness, non la forza.

Spiega il professor Nillson: “Essere in forma vuol dire avere un cuore in salute e polmoni efficienti, capaci di rifornire il cervello con molto ossigeno. Questa può essere una delle
ragioni per cui abbiamo individuato un legame (del Q.I.) con il fitness, ma non con la forza”. Gli fa eco Maria Aberg, collega coinvolta nel lavoro: “Abbiamo dimostrato che i ragazzi capaci di
migliorare la forma fisica tra i 15 ed i 18 anni miglioravano le performance cognitive”.

Inoltre, analizzando i dati di gemelli, gli scienziati hanno infatti scoperto come la relazione fitness-Q.I. era dovuta a fattori ambientali più che a questioni genetiche.

Infine, i vantaggi non si limitano ai test. La squadra di Nillson afferma che coloro che grazie allo sport avevano potenziato il cervello avevano più probabilità di ottenere
lavori gratificanti e ben pagati.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento