Le macchine del caffè manuali, le vecchie moka, vanno lentamente in pensione e lo stabilimento Gaggia di Robecco sul Naviglio (in provincia di Milano) rischia la chiusura. E’ quanto
riferisce la Repubblica (edizione di Milano) del 22.03 u.s., in un articolo a firma Sandro De Riccardi. L’azienda ha dato comunicazione di voler mettere in mobilità 104 dipendenti su 129
lavoratori. Alla base della decisione della casa madre – la Saeco di Gaggio Montano, in provincia di Bologna, da un paio d’anni controllata da una finanziaria francese – il calo delle vendite.

A portare la Gaggia alla decisione di utilizzare la mobilità, proprio il calo di vendite di quelle macchine che, «hanno sancito il successo mondiale del caffè
espresso». È della Gaggia – fondata nel 1947 da Achille Gaggia – il brevetto n. 365726 depositato nel 1938 con cui si può affermare sia nata la moderna macchina da
caffè con crema senza l’utilizzo del vapore. Ora però, spiega l’azienda, «la produzione delle macchine manuali nello stabilimento milanese non è più
sostenibile rispetto alla concorrenza». Inoltre il mercato si sta spostando sempre più verso le capsule di caffè e le famiglie acquistano sempre più numerose le
macchine automatiche, abbandonando la vecchie macchine manuali.
Nell’area di Robecco resteranno la divisione commerciale e amministrativa, il magazzino e l’ufficio ricambi. La produzione milanese verrà trasferita parte nel nuovo stabilemnto Saeco in
Romania e in parte negli stabilimenti già esistenti a Gaggio Montano in provincia di Bologna.

I sindacati non vogliono arrendersi alle decisioni aziendali e sono scesi subito in mobilitazione, chiedendo anche il sostegno del sindaco e del consiglio comunale. Anche i sindacati bolognesi
sono sul piede di guerra e minacciano uno sciopero a sostegno dei colleghi milanesi. La chiusura di un ramo d’azienda, anche se motivata da comprensibili ragioni di mercato e di
razionalizzazione costi, rappresenta pur sempre un trauma per la scomparsa di posti di lavoro (nel caso un centinaio di persone). L’annuncio era in un certo senso nell’aria, perché era
stato preceduto da almeno due anni di voci che davano per imminente quello che è oggi è diventata una decisione ufficiale.

INFOFLASH/GAGGIA: la Gaggia è l’azienda italiana di macchine per il caffè professionali e domestiche più famosa, il cui nome è sinonimo di tradizione ed
affidabilità in tutto il mondo.
L’azienda è stata fondata nel 1947 da Achille Gaggia, l’uomo a cui si deve il successo mondiale del caffè espresso: suo è infatti il brevetto n. 365726 depositato il 5
settembre 1938 con cui si può affermare sia nata la moderna macchina da caffè con crema senza l’utilizzo del vapore. L’intuizione geniale fu l’uso della pressione dell’acqua sul
caffè macinato così che questa -defluendo sotto pressione – producesse la crema che appunto ha reso famoso in tutto il mondo il caffè espresso e con esso anche il nome
Gaggia. Nel 1977 Gaggia inizia la produzione di macchine per caffè per uso domestico facendo esordire sul mercato italiano la “Baby Gaggia”, considerata ancora ai giorni nostri la
macchina per caffè “familiare” per eccellenza. Nel corso dei decenni le macchine da caffè Gaggia si sono ulteriormente evolute fino ad arrivare alla “Gaggia Titanium”, la macchina
che più di ogni altra rappresenta al meglio la perfezione tecnologica delle macchine del caffè firmate Gaggia. Negli anni recenti, Gaggia ha intrapreso un processo di rinnovamento
e diversificazione della propria linea di prodotti con l’inserimento di una gamma completa di pulitori a vapore multifunzione, sistemi stiranti e piccoli elettrodomestici. Nel 1999 il controllo
della società è passato al gruppo Saeco INFO: GAGGIA S.p.a. Strada Provinciale per Abbiategrasso 20087 Robecco Sul Naviglio (MI) – Tel 39 02 949931 – Fax 39 02 9470888 –
www.gaggia.it

INFOFLAH/GRUPPOSAECO: la Saeco International Group è leader nella progettazione, produzione e commercializzazione di macchine da caffè ad uso domestico e professionale, di
distributori automatici di bevande calde, fredde e snack.
Nata nel 1981 ad opera di Sergio Zappella e Arthur Schmed, Saeco si e’ sviluppata con successo fino a diventare un gruppo a forte propensione internazionale, con 15 filiali in Europa, Stati
Uniti, America Latina, Australia, Asia e una rete di importatori per la distribuzione dei prodotti a marchio Saeco in più di 60 paesi nel mondo. Saeco è oggi leader in Europa nel
mercato delle macchine da caffè espresso e conferma il proprio core business nel segmento delle macchine completamente automatiche ad uso domestico. Nell’ambito delle proprie strategie
di sviluppo un ruolo strategico fondamentale l’ha giocato l’acquisizione del controllo della Gaggia S.p.A., società titolare di un marchio storico nel settore delle macchine per
caffè professionali nel 1999. La conquista di nuovi mercati è inoltre perseguita grazie ad importanti investimenti destinati alla razionalizzazione degli impianti produttivi in
Italia e alla costruzione di un nuovo insediamento produttivo a ciclo completo in Romania. INFO: www.saeco.it

www.saeco.it