Logos Convegno Internazionale su Sovranità, Democrazia, Libertà

Logos Convegno Internazionale su Sovranità, Democrazia, Libertà

Logos Convegno Internazionale all’ Auditorium Gaber Regione Lombardia dic. 2018

Milano, 16 dicembre 2018, Logos Convegno Internazionale su Sovranità, Democrazia, Libertà

NO A NAZIONALISMO E GLOBALISMO MA DIFESA DEI VALORI OCCIDENTALI

“Il XX secolo si è chiuso con la questione  della libertà responsabile; il XXI secolo si apre con la questione della sovranità”. Così Giuseppe Valditara, direttore scientifico di Logos, dopo i saluti di Stefano Bruno Galli, assessore alla Cultura della Regione Lombardia, ha aperto i lavori del convegno internazionale svoltosi al Pirellone di Milano “Sovranità, Democrazia, Libertà”.

Con lui esperti italiani e stranieri di mezzo mondo.  Un dibattito che, pur in una cornice “di parte”, ha avuto il merito di affrontare da un punto di vista scientifico un tema che percorre l’Italia, l’Europa, il mondo al di fuori degli stravolgimenti tipici della politica. Infatti i partecipanti (citiamo nei ruoli di moderatori il presidente Rai Marcello Foa e il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia Alessandro Galimberti; e di relatori il giudice della Corte Costituzionale Nicolò Zanon e Giampio Bracchi  presidente emerito della Fondazione Politecnico di Milano) non fanno parte di un disegno politico, ma sono  accomunati  da una sensibilità al tema.

Marcello Foa, Nicolo’ Zanon, Achille Colombo Clerici, Giuseppe Valditara

Valditara, docente di Diritto pubblico romano nell’Università di Torino e da qualche mese capo dipartimento per la formazione superiore e la ricerca del ministero dell’Istruzione, ha precisato che sarebbe sciocco chiudere alla globalizzazione ma è necessario gestirla nelle sue ricadute negative, il globalismo, in particolare per quanto riguarda la cancellazione di valori e di identità. Ad esempio, le sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo prevalgono sulle  sentenze dei magistrati italiani; così come lo strapotere delle grandi multinazionali condiziona pesantemente lo sviluppo economico di un Paese.

Quanto costa, ciò, alla manifestazione della volontà popolare attraverso il voto democratico?  Fin dai tempi dell’antica Roma si sono combattute oligarchia e democrazia, ma oggi la famosa frase di Abramo Lincoln “governo del popolo, dal popolo, per il popolo” sembra avere perso validità.

Ciò non vuol dire – altra importante affermazione – fare la guerra all’Unione Europea: i piccoli Stati che la compongono sarebbero facile preda delle superpotenze, Usa e Cina. Ma vanno preservati valori e tradizioni nazionali.  Questo è patriottismo mentre la sua degenerazione, il nazionalismo, è volontà di dominio. E una forte identità nazionale è cosa opposta al razzismo. Bisogna quindi difendere i valori universali della civiltà occidentale che hanno dato democrazia e libertà ai popoli, patrimonio dell’umanità, ha concluso Valditara.

Sottolineata nel corso dei lavori l’importanza  del rapporto tra giornalismo e democrazia soprattutto in un’epoca di inquinamento da social media, il costituzionalista Nicolò Zanon ha espresso forte perplessità sul ruolo “creativo” di certe sentenze della Suprema Corte obbligata talvolta a supplire ai silenzi  del legislatore. Dobbiamo sempre riferirci a quanto è scritto nella Costituzione che assegna ruoli precisi, e diversi, alle istituzioni che governano il Paese, ha detto. Un esempio riassuntivo, il caso del radicale Marco Cappato che ha aiutato il Dj Fabo al suicidio assistito: chiamata ad esprimersi, la Corte ha demandato al legislatore l’intervento. Non una soluzione pilatesca, ma di rispetto delle regole.

I relatori:

– MARIO COMBA Prof. Diritto Pubblico Comparato Univ. Torino –

– GIAMPAOLO AZZONI Prof. Teoria Generale del Diritto Univ. Pavia –

– MICHAEL JOHANNES RAINER Prof. Comparative Civil Law / Preside Facoltà Giurisprudenza Univ. Salisburgo

– PAUL COYER Research Professor Institute of World Politics Washington D.C. / Associate Prof. Ecole Spéciale Militaire de Saint-Cyr France

– JANET REZNICEK Ricercatrice di Civil Law Univ. Salisburgo

– PAULINA NEUDING Editor-in-chief di Kvartal, Stoccolma

– MORDECHAI KEDAR Prof. of Arabic, Islam & Middle East Issues, Bar Ilan Univ. Tel Aviv

– UMBERTO VINCENTI Prof. Diritto Romano Univ. Padova

– RAIMONDO CUBEDDU Prof. Filosofia Politica Univ. Pisa

– LUDOVICO MAZZAROLLI Prof. Diritto Costituzionale Univ. Udine

– GABOR HAMZA Prof. Roman Law and Comparative Legal History Univ. Budapest

– JOHN TASIOULAS Prof. of Politics, Philosophy and Law King’s College Londra

– ALESSANDRO BERNASCONI Prof. Diritto Processuale Penale Univ. Brescia

– GIAMPIO BRACCHI Pres. Emerito Fondazione Politecnico Milano

– FRANCESCO MANFREDI Prof. Economia Aziendale e Pro Rettore Univ. Jean Monnet Bari

– ALDO RUSTICHINI Prof. Economia Univ. Twin Cities Minnesota

– HELEN THOMPSON Prof. Political Economy Univ. Cambridge

– FRANCESCO CAVALLA Prof. Emerito Filosofia del Diritto Univ. Padova

– FRANCISZEK LONGCHAMPS DE BERIER Prof. Roman Law Univ. Cracovia

– NICOLO’ ZANON Prof. Diritto Costituzionale Univ. Milano / Giudice Corte Costituzionale

– RICHARD EKINS Associate Prof. Faculty of Law Univ. Oxford / Director of Programme for the Foundations of Law and Constitutional Government Univ. Oxford / Head of Policy Exchange’s Judicial Power Project

– FRANCISCO DE BORJA LOPEZ-JURADO Prof. Administrative Law Univ. Navarra

– GUGLIELMO VERDIRAME Prof. International Law King’s College Londra

– PAOLO BECCHI Prof. Filosofia del Diritto Univ. Genova

– MARIA CAHILL Prof. Constitutional Law Univ. College Cork

– DOUGLAS MURRAY scrittore.

=============I moderatori=============

  • MARCELLO FOA, presidente RaI
  • PIETRO SENALDI direttore Libero Quotidiano
  • REBECCA LOWE Institute of Economic Affairs
  • JULIET SAMUEL The Telegraph
  • MARCO CREMONESI corrisp. Corriere della Sera
  • ALESSANDRO GALIMBERTI corrisp. Il Sole 24 Ore.  Pres. Ordine Giornalisti Regione Lombardia

 

 

Foto:

– Marcello Foa, Nicolo’ Zanon, Achille Colombo Clerici, Giuseppe Valditara

– Alessandro Galimberti con Achille Colombo Clerici pres. Europasia
 


Fonte: Istituto Europa Asia
per Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply