Londra 2012, le medaglie britanniche merito del succo di barbabietola

Londra 2012, le medaglie britanniche merito del succo di barbabietola

Il succo di barbabietola come costante dei successi degli atleti di casa alle recenti Olimpiadi di Londra.

Questo, in parole povere, il contenuto di una ricerca dell’Università di Exeter, diretta dal dottor
Andy Jones.

Jones e compagni si sono messi al lavoro, in cerca di un possibile denominatore comune per “L’estate fantastica dello sport britannico”, capace di conquistare 65 medaglie: 29 d’oro, 17
d’argento e 19 di bronzo.

Analizzando i metodi d’allenamento degli atleti e appoggiandosi a ricerche precedenti, gli studiosi hanno così notato la presenza costante del succo di rapa. Successivamente, Jones e
compagni hanno svolto esperimenti proprio con volontari umani.

Risultato, il succo di rapa era capace di aumentare la resistenza delle cavie: merito dei nitrati, che riducevano il bisogno di ossigeno dei muscoli, aumentando la possibile durata
dell’attività agonistica. Particolarmente evidente nei ciclisti, l’effetto succo di rapa è stato riscontrato anche in altre specialità sportive.

Ora, spiega il dottor Jones, prossimo passo del lavoro sarà verificare la presenza di effetti positivi o meno del succo per i malati con problemi cardiovascolari, respiratori o
metabolici.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento