Londra 2012, McDonald’s presenta il suo locale salutista

Londra 2012, McDonald’s presenta il suo locale salutista

McDonald’s per far mangiare sano i bambini. Per molti, la multinazionale è la regina del cibo cattivo, tutta patatine e Coca-cola, ma da tempo i suoi locali, oltre al classico fast food
presentano alimenti più sani. In quasi (95% degli esercizi) ogni Mc è così possibile ordinare carote, spicchi di mela, latte scremato e coppette di mais.

Ecco allora che il colosso del mangiare veloce può sfruttare la sua fama per spingere i più piccoli ad un alimentazione più equilibrata. Oppure, per citare Dan Thompson,
presidente e Ceo, “Nessuno meglio di McDonald’s ha la possibilità di incoraggiare i bambini ad abituarsi a mangiare frutta e verdura in modo divertente per loro e conveniente per i
genitori”.

Così, l’offerta di McDonald’s a Londra 2012 è particolarmente completa.

Nell’area delle Olimpiadi, sono presente 4 locali, capaci di spingere i più piccoli verso alimenti come frutta, verdura, e latticini con pochi grassi.

Punta di lancia di tale filosofia salutista, il recente “Champions of Food”. Con il concorso, bambini e genitori potevano inviare una ricette di frutta e verdura da destinare a McDonald’s. Alla
fine, il vincitore è stato scelto tramite la finale di Londra, che ha visto di fronte 5 squadre provenienti da Giappone, Germania, Brasile e Stati Uniti.

Più modesta, ma non meno importante, l’introduzione del QR code nutrizionale.

Come spiega Thompson, il codice permetterà ad ogni cliente di usare uno smartphone “Per scaricare e visualizzare istantaneamente le informazioni nutrizionali relative ai nostri
prodotti”. Attualmente presente solo nei ristoranti olimpici, il QR code diventerà comune a tutti i locali della catena entro il 2013.

Infine, ma non meno importante, il nuovo sito ufficiale, ovviamente dedicato ai Giochi in corso. Andando sul portale, si potrà
osservare le ricette sane, cucinate dagli chef di Mc, guidati da Chef Dan. E poi, uno sguardo sulle Olimpiadi con il programma Olympic Champion Crew: 6 dipendenti, scelti tra 2000 candidati di
42 Stati diversi, che compongono il personale McDonald’s Olympic Champion Crew.

Ed, aldilà dell’aspetto pubblicitario, l’obiettivo primario è rispettato.

In base ai controlli, dal 2010 l’acquisto di porzioni di frutta e verdura da parte dei clienti negli Happy Meal è più che quadruplicato nei mercati principali in cui è
presente McDonald’s. Perciò, afferma Thompson, la multinazionale può sostenere di usare la propria influenza per “Diffondere, in modo divertente e mirato, messaggi positivi che
riteniamo possano contribuire significativamente al benessere dei bambini”.

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply