Londra, scoop dell’Indipendent: Gordon Brown per la cena del G20 ha speso 500.000 Sterline

Londra, scoop dell’Indipendent: Gordon Brown per la cena del G20 ha speso 500.000 Sterline


Abbiamo un dubbio.


Organizzare e gestire un evento come quello del G20 è sicuramente non facile.


Il paese ospitante, come farebbe ogni padrone di casa, deve offrire un’ospitalità ai massimi livelli.


Così ha fatto Gordon Brown, in due giorni ha speso – o meglio i contribuenti britannici hanno dovuto pagare- 500.000 Sterline (oltre un miliardo e duecento milioni delle ns vecchie
lire).


E questo è il conto del solo “vitto” per due giorni (l’alloggio è un costo a parte che non si conosce).


Alcuni dati ottenuti grazie al Freedom of Information Act ci dicono che il solo costo di 136 bottiglie di vino è stato di 6.000 Sterline, alcune cene “preparatorie” 66.0000 Sterline.


Alla serata ufficiale erano presenti personalità di spicco internazionale come Barak Obama e la consorte Michelle.


Era presente il Gotha delle persone più potenti del mondo.


Gli ospiti erano 102 ma bisogna pensare anche ai loro 220 collaboratori ed anche ai 200 “VIP” come Harry Potter (o meglio la sua autrice miliardaria).


Ed anche agli 800 funzionari ed agli addetti alla sicurezza (altro costo a parte).


Volete sapere quanto è costato in cene, ripetiamo solo “mangiare e bere” ogni “bocca sfamata”?


Tenetevi forte, oltre 500 Sterline (circa 650 Euro a testa)


Ecco il nostro dubbio e ci piacerebbe conoscere il vs pensiero: è giusto, in un periodo di indiscussa crisi mondiale, chiedere sacrifici ai contribuenti e nel frattempo buttare dalla
finestra tutti questi soldi?


Siamo d’accordo il 10% degli ospiti erano Capi di Stato e Primi Ministri ma era proprio necessario servire piatti di costo così elevato? Vini blasonati e champagne scelti non per la loro
bontà ma per il prezzo (molto elevato)? …….a quasi mille bocche, che sicuramente non sanno neppure cosa significhi la parola “fame”?


Non sarebbe ora che i potenti ed i politici (quelli che ci chiedono di fare i sacrifici, in attesa che passi la crisi) ….diano loro il buon esempio?


In conclusione la nostra speranza è quella che un prossimo G … , un giorno, possa vedere una cena a base di spaghetti, buon vino ed una bella stornellata…….sicuramente il conto
potrà essere meno caro con molta più allegria dei fortunati commensali e la soddisfazione ed il consenso (anche elettorale, visto che siamo in tema) di tutti gli altri “poveri
mortali”.


Redazione Newsfood.com




Leggi Anche
Scrivi un commento