L’Umbria si presenta a Expo 2015: “Viverla” un’esperienza di contemporaneità possibile

L’Umbria si presenta a Expo 2015: “Viverla” un’esperienza di contemporaneità possibile

Nel contesto di Umbria Experience – il progetto promosso in occasione di EXPO dalla Regione Umbria, in collaborazione con il Centro Estero Umbro, si è svolta nel centro di Milano all’interno dello Spazio ADI una serata di promozione e valorizzazione delle produzioni alimentari di qualità della Regione, con particolare attenzione ai prodotti provenienti da piccole aziende di coltivazioni o produzioni sperimentali.

La Filiera dei Piccoli (37 produttori agricoli di prodotti agroalimentari di nicchia ) è formata da aziende costituite in molti casi da giovani, spesso laureati e tornati all’agricoltura dopo carriere importanti e diverse. Hanno scelto di impegnarsi nella sperimentazione di nuove coltivazioni per andare incontro a gusti alimentari e comportamenti sociali moderni sempre più improntati alla ricerca di una identità salubre e garantita, senza abbandonare le secolari conoscenze e tradizioni della cultura enogastronomia della loro terra.

Prodotti pugliesi

Prodotti pugliesi

Piccoli produttori, un piccolo distributore e piccoli punti vendita la cui sopravvivenza è spesso messa a rischio dalla grande distribuzione dove questo tipo di prodotti sono spesso introvabili.

Il progetto della Filiera dei Piccoli e la sua attività, sviluppato in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia, è stato recentemente oggetto di attenzione anche presso i docenti dell’Università di Gottinga, in Germania, interessati allo sviluppo e l’ottimizzazione di un modello di collaborazione tra piccole imprese operanti nel settore alimentare.

Il progetto affronta infatti più aspetti importanti contemporaneamente: il problema di rendere accessibile la produzione alimentare di nicchia, quale quella dei prodotti tipici umbri, ad un prezzo accessibile ma rispettando allo stesso tempo le norme igienico-sanitarie lungo tutta la catena di distribuzione; la valutazione della sostenibilità ambientale oltre che economica dell’iniziativa; l’ottimizzazione attraverso algoritmi avanzati della distribuzione delle merci.

Durante la serata, alla quale hanno partecipato Fernanda Cecchini, Assessore alla Agricoltura e Cultura della Regione Umbria, Tiziana Maflagia, Presidente della “Filiera dei Piccoli”, Marco Fagioli Designer Spollo Kitchen e Antonello Fusetti Direttore Scuola Politecnica di Design, è stata proposta una vera “food experience”, con tutti i prodotti di questo territorio elaborati in modo semplice, ma raffinato. Così le Lenticchie Igp di Castelluccio di Norcia, il farro con i carciofi, la Fagiolina del Trasimeno e la Roveja di Civita di Cascia protagonisti nei piatti preparati degli chef che hanno rispettato le tradizioni delle ricette regionali utilizzando gli oli extravergine di oliva e tutte le spezie profumate di questa regione. Inoltre per il piacere dei partecipanti è stato prodotto durante la presentazione del formaggio di latte di capra, abbinato poi in degustazione a varie composte, marmellate e miele. E per concludere delle praline di cioccolato fondente ripiene di un mousse all’olio di oliva e al tartufo rigorosamente umbro, inoltre piccoli bicchierini ripieni di ricotta aromatizzata allo zafferano, sempre prodotto in Umbria probabilmente già da 1226, considerato oggi fra i più famosi in Italia e fra i più pregiati a livello internazionale.

Mascia Maluta
per Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply