Mandometer: il piatto parlante per gli obesi britannici

Mandometer: il piatto parlante per gli obesi britannici

Quando il problema avanza, servono nuove soluzioni. Così, per la nuova epidemia di obesità, la Gran Bretagna mette in campo (ed in tavola) Mandometer, il piatto-bilancia parlante.

Il National Health Service è arrivato a tale decisione dopo una lunga strada.

Prima, l’accettazione di una situazione drammatica. La Gran Bretagna è il Paese con il maggio numero di obesi e sovrappeso in Europa, con un aggravio sulla sanità pubblica di 4,2
sterline l’anno.

Da tempo, il NHS si è visto costretto alla creativita. Ad esempio, allargando le ambulanza, per malati dalle dimensioni inusuali. Oppure, bilance in grado di sopportare un peso fino a
quattro quintali.

E’ tempo allora di passate al contrattacco. Per gli studiosi della Regina, prima fonte del peso in eccesso è lo stile alimentare, ricco di burro, bacon e lardo e malgestito dai
cittadini.

A questo punto s’inserisce, Mandometer, prodotto svedese dal costo di 1.500 sterline. Il prodotto è composto da un piatto legato ad una bilancia, in grado di valutare il passaggio del
cibo e di agire di conseguenza. Per esempio, Mandometer, tramite lo schermo allegato, mostra il passaggio della pietanza, dal piatto alla stomaco. Questo, spiegano i dietologi, aiuta gli obesi
a potenziare la sensazione di sazietà, mangiando meno e più lentamente. E se poi il soggetto schiaccia troppo l’accelleratore, Mandometer avvisa: “per favore, mangia più
lentamente”.

Sospinto dalla fiducia del NHS (“Questo nel lungo periodo aiuta a dimagrire”), Mandometer sosterrà così due test pratici.

Il primo esperimento coinvolgerà 600 famiglie di Bristol, con almeno un genitore ed un figlio (11-15 anni) affetto da obesità. In caso di successo, si passerà al secondo
turno, dove Mandometer dovrà aiutare 10 volontari: adulti e minori, tutti con una una variante genetica che inibisce la sazietà.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento