Mani in Pasta a Milano: la pizza del CurvyPride

Mani in Pasta a Milano: la pizza del CurvyPride

C’è un’associazione, Curvy Pride, nata con l’obbiettivo di ricordare che si può essere belle a prescindere dalla taglia che si indossa. A crearla sono state due amiche, Marianna Lo Preiato e Simona D’Aulerio, la prima di Bologna l’altra di Roma, dopo una chiacchierata proprio sul tema di bellezza-taglia. Allora, decidono, di incontrarsi virtualmente insieme alle altre donne che, in tutta Italia, nel frattempo, avevano aderito a Curvy Pride.

E, come si dice, da idea nasce idea, prima sfruttano al meglio i social come strumenti di contatto continuo fra le associate di Curvy Pride, poi come il migliore strumento per velocizzare quella che possiamo definire la “chiamata alle armi”.

Arriva, così, la “PIZZA E… CURVE?”. Cioè, una pizza insieme, ma proprio tutte insieme, dal Nord al Sud dello Stivale fra le donne di tutte le taglie e forme, per darsi appuntamento con l’evento una sera in pizzeria, collegandosi attraverso i social per condividere la serata attraverso foto, video e dirette.

L’appuntamento è per giovedì 29 Marzo 2018 dalle ore 20 alle ore 23, in tutta Italia e a Milano da “Mani in Pasta”, in via Carlo Pisacane 47, che si trasforma in una sorta di centrale di collegamento fra le città dove la referente di Curvy Pride ha chiamato a raccolta le proprie associate. E, che sono: Bologna con la stessa Lo Preiato, Roma ovviamente con la D’Aulerio insieme ad Elisabetta Viccica, Milano con Francesca Angelo, Terni con Noemi Matteucci, Pisa con Francesco Simone e Renata Palmieri, Salerno con Anna Cicalese), Venezia con Alessia Tiozzo, Campobasso con referente Carmen Mastrangelo, Ferrara con Federica Tartari, Termoli con Maddalena Tricarico, Napoli con Rossella Scotti), Grosseto con Elena Guerrini, Firenza con Santa Pentangelo), Sicilia con Tanja Fidanca, Torino con Florencia Aragon, Eraclea Mare con Clarissa Zulianello.

Ma il tamtam, evidenziano le organizzatrici, si è diffuso anche in Europa; così un gruppo di donne della Slovenia, capitanate da Vesna Klancar, verranno in Italia e si uniranno al gruppo di Venezia.
Sarà sicuramente una serata allegra, gioiosa e conviviale che, oltretutto, lancia un messaggio sociale molto importante: affermare il diritto a un’idea di bellezza che non discrimini e non crei modelli irraggiungibili e dannosi, soprattutto per le adolescenti.
Da sottolinea che per la prima volta, non sarà cattiva educazione tenere i cellulari accesi a tavola!

Una giocosa provocazione per trasformare le amicizie “social” in amicizie reali, un momento per incontrarsi dal vivo e abbracciarsi, per aiutare anche le più introverse, le più “bullizate” a guardare la vita… a colori! Insieme si può!.
Per aderire alla serata basta inviare una mail a [email protected] oppure mandare un messaggio tramite i canali social all’associazione o direttamente ai referenti.

“La serata è all’insegna del divertimento e molto social, in quanto è consentito l’uso del cellulare per condividere foto e video e per promuovere la pluralità degli uomini e delle donne, non c’è un canone di bellezza, si può essere belle sia con una taglia 40 che con una taglia 50, e non bisogna discriminare nessun tipo di bellezza – sottolinea Francesca Angelo, referente dell’iniziativa milanese -, una donna o un uomo non deve vivere con il disagio e con il problema “Oddio cosa mi metto” oppure guarda che “pancetta”, ma si deve vivere felici per quello che si è. E ricordiamoci si può essere femminili anche se non si porta una taglia 40. Quindi, diamo un taglio alla taglia!!!”.

A Milano, l’appuntamento è alla pizzeria “Le Mani in Pasta”, via Carlo Pisacane 47, dove preparano una pizza digeribile e, addirittura, farcita su misura dei gusti, fantasie e allergie di ognuno. Andrea Villani, ideatore di “Mani in pasta, www.pizzamaninpasta.it, dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera, apre un laboratorio artistico in città e realizza opere su richiesta: quadri e sculture, in particolare. Poi fa il grafico creativo di alcun brand di una piccola agenzia milanese di pubblicità. Infine, arriva al progetto “Mani in pasta”, dove fa emergere tutta la sua bravura artistica nel disegnare ma, in particolare, per i bei disegni che fa con le farine, sui piatti portati al tavolo.

E’, in poche parole, uno spettacolo nello spettacolo, visto la qualità della pizza che fa nella sua “Mani in Pasta”. Una pizza dove il cliente può scegliere l’impasto che più gradisce tra una miscela di tre farine macinate a pietra, integrale con spremitura a tutto chicco, grano duro e farina zero, lievito madre e 72 ore di lievitazione. E, per le associate, sarà davvero una bella esperienza. Ma la pizza ordinata si può scegliere anche secondo il gusto che gradisce tra una scelta molto ampia, che spazia dai formaggi alla frutta e verdura, salumi e pesce.

A questa manifestazione c’è spazio per tutte, persino per le più pigre che magari preferiscono rimanere a casa: “Non preoccupatevi – tranquillizzano le organizzatrici –. Ordinate una pizza, sedetevi sul divano, accendete pc e cellulari e … STAREMO TUTTE INSIEME!“

Maria Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento