Venafro, 22 Giugno 2007 – Prende il via oggi la Manifestazione “Terre del Volturno” promossa da Slow Food Condotta “Alto Molise”, dall’Assessorato Regionale all’Agricoltura del Molise e
dai Comuni di Colli a Volturno e Monteroduni (ISERNIA).

Da oggi e per tutto il week end sarà possibile compiere un viaggio attraverso il territorio della valle del Volturno che ha lo scopo di promuovere e valorizzare il patrimonio ambientale,
artistico, culturale ed enogastronomico di questa parte della regione del Molise.
Un territorio che ha conservato una struttura fatta di piccole comunità, di gente semplice, di valori puri e autentici.
Una natura ancora incontaminata, disseminata di monumenti, chiese, borghi medievali, siti archeologici; testimonianze che riferiscono di un formidabile retaggio di cultura e di civiltà.
Luoghi da esplorare con un turismo attento, riflessivo, rispettoso dell’ambiente.
Un patrimonio antico di pratiche e conoscenze che, sedimentate e maturate dai millenni, ha dato luogo ad un eccezionale e variegato patrimonio di sapori, aromi, prodotti tradizionali che
occorre assolutamente valorizzare e proteggere dalla dilagante omologazione e dall’appiattimento del gusto.

La manifestazione si svilupperà attraverso tre tipologie di eventi:

gli “Itinerari nella natura”, escursioni guidate attraverso località di elevato interesse naturalistico e paesaggistico (L’Oasi WWF delle Mortine, il Pantano di Montenero Valcocchiara,
ecc.);

gli “Itinerari nella storia”, visite guidate a borghi e monumenti di eccezionale suggestione ed importanza dal punto di vista architettonico e storico (l’Abbazia di SanVincenzo al Volturno con
la cripta di Epifanio, il Castello Pandone, il Castello Pignatelli, ecc.);

gli “Itinerari nei sapori” , che costituiranno l’occasione, con degustazioni, dimostrazioni di cucina e conviviali, per mettere in luce le straordinarie valenze di questo territorio dal punto
di vista delle produzioni agro-alimentari e della gastronomia.

Le varie iniziative risulteranno talvolta sovrapposte ma ripetute nell’arco dei tre giorni della manifestazione per dar modo al potenziale fruitore di potersi costruire il proprio personale
pacchetto di eventi a cui prendere parte.

“Terre del Volturno” vuole essere un omaggio a questo meraviglioso ed insostituibile patrimonio, un’opportunità per compiere un’esperienza sensoriale a vasto raggio e cogliere le
peculiarità dell’intero territorio.
Visite guidate in luoghi, monumenti e borghi, esperienze del gusto su temi specifici dell’eno-gastronomia territoriale, cene tematiche saranno i mezzi attraverso i quali vedere, sentire,
gustare, entrare nei luoghi e nella gente ed “assaggiare”, almeno una volta, sapori e saperi a volte a volte dimenticati.
Dichiarazione dell’assessore all’agricoltura dottor Filoteo Di Sandro:
“Ho colto con grande interesse la proposta dello Slow Food in quanto grazie ad iniziative del genere si può facilmente procedere alla valorizzazione del territorio, dell’ambiente e del
turismo. Grande attenzione in questo caso dovrà essere offerta nei confronti dei prodotti locali e allo sviluppo complessivo in diversi settori della Valle del Volturno, progetto nel
quale mi sto impegnando personalmente. Molto importante è la qualità dei nostri prodotti ed in futuro bisognerà puntare sul binomio vincente qualità-sicurezza
alimentare”.
Dichiarazione del fiduciario della Condotta Slow food “Alto Molise”:
“Slow Food Alto Molise, con questa manifestazione intende portare un contributo per la valorizzazione e la promozione integrata delle emergenze turistico-ambientali della Valle del Volturno
unitamente alle tradizioni gastronomiche tramandate negli anni dalle popolazioni della zona. Spero, inoltre, che con la nostra iniziativa questo territorio possa aprirsi ad un pubblico
più vasto che abbia modo, così, di apprezzare le sue straordinarie risorse”

Slow Food Condotta Alto Molise