Marcello di Finizio, da quasi 24 ore sulla Cupola di San Pietro

Marcello di Finizio, da quasi 24 ore sulla Cupola di San Pietro

Questa è la frase che ha pronunciato Marcello dopo che gli ho chiesto di scendere e di badare alla vita come dono più importante. Nulla sono valsi gli appelli al telefono di tutti
noi.

Ha passato una notte al freddo, con vento e timore di cadere nel baratro, ma il baratro non è solo il vuoto sotto i suoi piedi, il baratro è il vuoto intorno che gli hanno fatto
le istituzioni, lasciandolo solo al suo destino.

Marcello è solo il primo di 30 mila imprenditori balneari e forse molti di noi saranno costretti alla stessa sorte. Ma rimane solo e ci chiede di andare tutti a Roma, per aiutarlo a
portare agli alti vertici il nostro problema.

“E’ l’ultimo colpo in canna” continua, molto probabilmente verrà arrestato e gli verrà tolta l’unica cosa che ancora ha: la libertà.

SILENZIO STAMPA. Un silenzio assordante, speriamo che venga interrotto dal Vaticano nella persona di Papa Francesco, che ci ha colpito tutti con il suo cambio di rotta, rispetto al
passato, una Chiesa che protegga i più poveri, dalla parte degli oppressi. Non è forse Marcello uno di loro? Non merita attenzione un uomo che sta ormai da quasi 24 ore sulla Cupola
di San Pietro per la terza volta? Perché se ne parli dovremmo aspettarci il peggio?

A Roma ci dice Marcello sono previsti temporali e lui è lassù nel punto più alto e nel posto forse dove Dio e la sua presenza si dovrebbero sentire maggiormente.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento