Ancona, 29 Settembre 2007 – Si è tenuta oggi in Regione la conferenza stampa di presentazione della nona edizione del festival expo «Cartacanta», appuntamento annuale
unico in Italia dedicato interamente alla carta, alle diverse forme di utilizzo nella comunicazione, sia scritta che visiva, ai vari usi artigianali e industriali.

Hanno preso parte alla conferenza l’assessore regionale alle Attività Produttive Gianni Giaccaglia, l’ideatore ed organizzatore di Cartacanta, Lattanzi, il presidente della Consulta
regionale Cartaria di Confindustria Marche, Angelini, il presidente dell’Ente Fieristico regionale, Merlonghi, il presidente della sezione Cartaria e Grafica di Confindustria Macerata,
Lucchini, il presidente della sezione Cartaria e Grafica di Confindustria Fermo, Transatti, il direttore di Confindustria Marche, Bichisecchi e il presidente del corso di laurea in Ingegneria
Cartaria di Fabriano.

«La Regione – ha dichiarato Giaccaglia – segue con grande attenzione il 9 appuntamento con il Festival «Expo Cartacanta», in programma all’Ente Fiera di Civitanova Marche dal
4 al 7 Ottobre e che prevede un ricco cartellone di eventi. Bastano alcuni nomi per comprendere la portata dell’edizione 2007: i famosi vignettisti Altan e Vauro, il noto giornalista Curzio
Maltese, il Presidente del Consiglio Regionale, Raffaele Bucciarelli, il Vice Presidente della Regione Luciano Agostini, solo per citare alcuni tra i molti personaggi di rilievo che assieme a
mostre, convegni, laboratori, approfondimenti, concorsi, animeranno l’evento. L’attenzione della Regione verso il settore della carta in generale ha una duplice motivazione: vocazione e
tradizione dei territori e rilevanza economico-produttiva del comparto. In questa prospettiva la Regione è passata nel tempo da semplice patrocinatrice ad organizzatrice della
manifestazione. La carta rappresenta il mezzo che da sempre consente la circolazione e diffusione delle idee e con esse della libertà. Nell’epoca di Internet sembrava che questo
importante prodotto naturale dovesse quanto meno perdere importanza. Invece sia secondo le statistiche, che in base all’esperienza di tutti i giorni, la carta ed il suo mondo continuano a
giocare un ruolo rilevante.

Il polo della carta, poi, riveste un ruolo notevole da un punto di vista produttivo ed occupazionale. Le attività del settore, compresa la cartotecnica, l’imballaggio, l’editoria, la
grafica e tutto quello che ruota attorno a questo importante materiale, sono diffuse su tutto il territorio regionale, ma un ruolo determinante è giocato da Fabriano e dalle aziende del
settore attive nel maceratese. Il 6 Ottobre, nell’ambito della manifestazione, questo Assessorato ha organizzato un Convegno dal titolo «La costituzione del distretto per lo sviluppo
dell’industria della carta, stampa ed editoria» che sarà occasione per dibattere questo argomento. L’iniziativa nasce dalla constatazione della portata economica del settore: oltre
mille aziende, 850 milioni di euro di ricavi – in crescita del 4,5% annuo nell’ultimo quinquennio – il 20% dei quali esportato, 9mila addetti diretti e 7mila nell’indotto, il 10%
dell’occupazione totale nella sola Fabriano, che torna a vedere in questo settore gli splendori di un tempo. Un distretto che deve risponde a diverse esigenze quali ottimizzare
l’approvvigionamento di materie prime come acqua, cellulosa, energia – nei primi otto mesi dell’anno le materie prime dell’industria cartaria hanno visto un’impennata del 40%, senza che questi
aumenti si siano riflessi sui prezzi di vendita – il superamento della parcellizzazione produttiva, l’utilizzo delle nuove tecnologie, la salvaguardia dell’ambiente circostante. Sfide queste
che una proficua azione congiunta tra istituzioni, operatori e imprese può trasformare in valide occasioni di sviluppo a vantaggio di tutto il territorio regionale».