Mediaset premium: la tv a pagamento che fa della condotta commerciale scorretta la sua essenza

Mediaset premium: la tv a pagamento che fa della condotta commerciale scorretta la sua essenza

Mediaset sempre più protagonista in fatto di pratiche commerciali scorrette. Nella versione Premium (i servizi a pagamento) si distingue per addebiti ai clienti senza autorizzazione e
legittimità, mancato invio della scheda per fruire della visione, non attivazione dei servizi pagati, mancato rispetto delle condizioni pattuite, difficoltà a recedere dal
contratto. A fronte di questi ed altri disservizi, contattare il call center o utilizzare il sito Internet è del tutto inutile.

Scrive Paola da Gubbio: Ho comprato 260 euro di ricariche per la scheda Mediaset Premium due settimane fa, non sono mai riuscita a ricaricare la scheda; tramite call center non risponde nessuno,
tramite internet vi è solo un messaggio che avverte di problemi tecnici che forse si risolveranno… non si sa quando… ora io ho in mano queste schede, a chi mi devo rivolgere per un
rimborso?

E’ una delle tantissime segnalazioni giunte a Cara Aduc, il nostro servizio di consulenza online; solo nelle ultime due settimane più di 40, senza contare le segnalazioni telefoniche. A
questi link un estratto di ciò che i consumatori raccontano, Easy pay è il profilo contrattuale che crea i maggiori problemi:

http://sosonline.aduc.it/ricerca/?dove=cara&testo=mediaset&ordine=data
http://dilatua.aduc.it/ricerca/?dove=dila&testo=mediaset&ordine=data

Consigli

Lasciar perdere il call center e affidare le proprie richieste (incluso un corposo risarcimento danni) ad una raccomandata ar di messa in mora. Se non sortisse effetto, proseguire davanti al
Corecom regionale, competente in caso di controversie con gestori telefonici e pay tv.

Perciò abbiamo denunciato all’Antitrust le condotte commerciali scorrette. Invitiamo tutti i danneggiati a fare altrettanto, utilizzando il numero verde dell’Autorità 800 166 661,
in alternativa ufficializzare la condotta scorretta tramite raccomandata all’Agcm Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Piazza G. Verdi, 6/a –  00198 Roma, Fax:
39.06.85.82.12.56, http://www.agcm.it/n1.htm).

Anche se, di fronte a questo sfascio, dovrebbe intervenire ‘d’ufficio’, vale la pena stimolare anche la specifica Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), segnalando i
disservizi al numero verde 800 185060 (081/750750 da cellulare).

Leggi Anche
Scrivi un commento