Alessandria – «Le Medie Imprese rappresentano la forma più «sana» del nostro modello di capitalismo, ma sono anche le più tartassate», ha detto
Renato Viale, vice presidente di Unioncamere e presidente della Camera di Commercio di Alessandria, nel suo intervento introduttivo al convegno di Mediobanca e Unioncamere sulle medie imprese
industriali del Nord-Ovest, in corso oggi ad Alessandria.

«Guardiamo alla pressione fiscale, per esempio: tra il 2003 e il 2005 le Medie imprese hanno pagato tasse pari al 47-49% degli utili. Ben 13 punti in più delle grandi imprese e 22
punti più delle multinazionali europee. Su queste tasse si può stimare che l’IRES pesi per circa il 60% e l’IRAP per il restante 40%.E non dimentichiamo anche l’elevato costo
dell’energia elettrica, cresciuto tra il 1996 ed il 2006 del 47,3% per le medie imprese (con tariffe pari a 14 centesimi chilowattora, contro i 10,32 pagati mediamente in Europa)».