Roma, 19 Giugno 2007 – ”Il Mediterraneo e’ un mare che unisce. All’estetica dello scontro tra civiltà preferiamo la ricerca delle alleanze”. Con queste parole il presidente del
Consiglio regionale del Lazio, Massimo Pineschi, ha inaugurato oggi a Roma i lavori del convegno internazionale ”Il Mediterraneo alleanza o scontro di civiltà?”.

Un interrogativo che trae origine dalle mai sanate questioni politiche ed economiche che caratterizzano il nostro tempo e dal pensiero, condiviso da molti uomini di cultura, che nell’incontro e
nel dialogo ci sia ”la strada per la convivenza pacifica tra i popoli del Mediterraneo nel rispetto delle singole identità.

Il convegno, che vede la partecipazione di esponenti di varie università dei paesi mediterranei, tra cui il bosniaco Predrag Matvejevic e l’algerino Mohammed Arkoun, si inserisce
nell’ambito del Festival ”Il Lazio tra Europa e Mediterraneo” giunto quest’anno alla seconda edizione.

Il convegno, primo esperimento di institutional building del settore, intende proporsi come tavolo di riflessione e confronto tra i paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo per
conoscere, dialogare, e valutare progetti di sviluppo volti a migliorare i processi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, in relazione ai modelli di sviluppo del Lazio.

Gli argomenti dei quattro tavoli di lavoro sono: alta formazione per operatori economici nell’area del Mediterraneo; nautica, indotto e potenzialità di sviluppo; organismi istituzionali
per lo sviluppo dei sistemi economici; cultura, patrimonio archeologico e fiere.

www.regione.lazio.it