Meno sale, più erbe aromatiche: la ricetta Coldiretti per la buona cucina

Meno sale, più erbe aromatiche: la ricetta Coldiretti per la buona cucina

Ridurre il sale, in eccesso fonte di ictus ed infarto, e sostituirlo con erbe aromatiche: in questo modo, mantenere i piatti saporiti ed aggiungere le proprietà benefiche dei vegetali.

Questo il messaggio della Coldiretti, che fa proprio il consiglio dell’Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri di consumare meno sale e consiglia di usare al suo posto le erbe tradizionali.
Che, come spiega l’associazione “Non solo insaporiscono i cibi, ma hanno importanti proprietà”.

Come il rosmarino, che stimola l’appetito. O come il prezzemolo, ad azione diuretica ed alleata della digestione. Discorso simile per la salvia, che in più aiuta la memoria, mentre la
mentuccia è rinfrescante. Infine, la maggiorana è una sorta di medico generico, valido contro tosse, catarro, emicrania, spasmi intestinali e mestruazioni.

In più, le erbe aromatiche sono adattabili. Come ricorda Coldiretti, queste possono venire sia dai giardini o dagli orti urbani che dai mercati degli agricoltori, riuniti in iniziative
come quelle di Campagna Amica. A loro il merito di avvicinare campagna e città, offrendo aromi e prodotti quasi dimenticati.

E’ il caso dell’ortica: vista solo come pianta urticante, questa può essere usata per piatti come risotti, zuppe frittate e torte salate. Oltreché, ovviamente, i classici gnocchi.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento