Era cosa nota come un’alimentazione troppo ricca di grassi possa provocare diverse malattie cardiovascolari e disturbi di salute come il diabete. Ora un altra tegola si abbatte su questo stile
di vita: esagerare con i grassi, infatti, può alterare le prestazioni fisiche è mentali.

Questo è il messaggio di una ricerca dell’Università di Oxford, pubblicata da “FASEB” è sponsorizzata dalla British Hearth Foundation. Innanzitutto, gli autori sottolineano
le finalità dello studio: cioè avvertire dei pericoli di una cattiva alimentazione, sia per le persone “normali” che per chi pratica sport.

Poi, gli scienziati descrivono il loro lavoro. Essi hanno studiato modelli animali, evidenziando come una modifica nella dieta dei topi passando da quella a ridotto contenuto di grassi a quella
ricca di grassi ne abbia compromesso rapidamente le prestazioni fisiche.
Dopo solo nove giorni di somministrazione di questa dieta “grassa”, infatti, i topi hanno visto ridurre del 50% le loro performance, fa notare il dr. Andrew Murray che ha coordinato lo studio.

Va comunque notato come gli studi che esplorano il legame tra grassi e declino psico-fisico sono ancora agli inizi: detto questo, i ricercatori sono lo stesso convinti che una dieta equilibrata
possa lo stesso migliorare le prestazioni fisiche e mentali.

Matteo Clerici