Merse, 25 Giugno 2007 – Prosegue il rapporto collaborativo con la società Syndial, avviato con la lettera di intenti sottoscritta nel novembre 2006 da Regione, enti locali e dalla
società del gruppo Eni. Nei giorni scorsi la società ha provveduto al pagamento di 4.212.000 euro richiesti dal comune di Montieri (Grosseto) e anticipati dalla Regione a
copertura delle spese sostenute negli anni 2004-2006. Tali spese riguardano la gestione dell’impianto di trattamento delle acque che fuoriescono dalla ex-miniera di Campiano, i costi dei
professionisti incaricati della direzione tecnica del servizio, le bollette della società erogatrice di energia elettrica, i pagamenti dovuti ad Arpat per l’analisi dei fanghi, e i costi
per le spese legali dovute per le vertenze precedenti. Il comune di Montieri aveva inviato un’ingiunzione di pagamento alla Syndial (con ordinanza n. 9 del 28 marzo 2007), che in un primo
momento aveva fatto ricorso al Tar, ma ha poi provveduto ad eseguire il pagamento.

‘Questa notizia – commenta l’assessore all’ambiente Marino Artusa – rappresenta una importante conferma dell’andamento positivo del rapporto che siamo riusciti a instaurare con Syndial. Il
percorso intrapreso, suggellato dalla firma di un accordo preliminare tra Regione, enti locali e società del gruppo Eni, ha lo scopo di arrivare al più presto a un accordo
conclusivo, ponendo fine ai precedenti contenziosi e attuando la realizzazione della bonifica definitiva dell’area. Il passo fondamentale per raggiungere questo comune obiettivo è
l’approvazione del progetto finale di bonifica, su cui la Regione si sta impegnando in modo da rispettare quanto stabilito a novembre’.

Il pagamento di oltre 4 milioni al comune di Montieri, anticipati dalla Regione, fa seguito a quello di 734.000 euro eseguito in aprile da Syndial a favore della Regione Toscana per rimborsare
le spese di gestione commissariale sostenute dal 2003 al 2005.

In precedenza erano già stati chiesti e ottenuti dal comune di Montieri 521.826 euro quale rimborso per la gestione dell’impianto di depurazione negli anni 2001 e parte del 2002, e
2.945.250 euro, a copertura delle spese di depurazione per parte del 2002 e del 2003.

Lorenza Pampaloni

www.regione.toscana.it