Milano: Fa tappa la manifestazione itinerante “Festival del Franciacorta”

Milano – “La Franciacorta – ha detto l’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, Luca Daniel Ferrazzi, presentando al Westin Palace la tappa milanese del ‘Festival del
Franciacorta’ – è un’ottima e concreta espressione dell’eccellenza lombarda e italiana. Un primato riconosciuto anche al di fuori dei confini nazionali che ormai, come
testimoniano i più grandi esperti mondiali e le principali guide di settore, non teme confronti qualitativi con nessuno”.

Il “Festival del Franciacorta”, manifestazione, come detto, itinerante, si compone di una serie di iniziative organizzate dal Consorzio per la Tutela del Franciacorta in diverse
città italiane ed estere, con l’obiettivo di aprire un dialogo comune e diretto tra produttori di vino, appassionati, e operatori del settore, sia per promuovere la conoscenza di
un prodotto di qualità indiscussa sia per dare maggior forza, riconoscibilità e stile al marchio Franciacorta e all’immagine del territorio.

“Un’iniziativa di sicuro interesse e di elevato profilo – continua Ferrazzi – che sono certo saprà raccogliere, anche a Milano, il meritato consenso, confermando ancora una volta
la dinamicità e la determinazione della Franciacorta e dei suoi viticoltori. Come mi sta insegnando l’esperienza di assessore regionale all’Agricoltura, e grazie alla mia
passione per il bello e il buono di ogni territorio, Franciacorta è un modo di vivere, è impegno, costanza, lungimiranza, legame con il proprio territorio e con le proprie
tradizioni”.

Partecipando alla manifestazione, che si terrà giovedì 26 febbraio, sempre al Westin Palace Hotel (p.za Repubblica 20) dalle 16 alle 21, e alla quale hanno aderito 42
aziende della zona, sarà possibile degustare le etichette al banco d’assaggio, oltre che partecipare ai seminari di approfondimento con degustazione guidata previsti.

Questo evento sarà preceduto da una settimana ricca di iniziative e degustazioni in locali, enoteche, wine bar, ristoranti di Milano e provincia, per far conoscere gli
abbinamenti possibili delle varie tipologie di Franciacorta al cibo.

“Nei giorni scorsi, in occasione della presentazione della rassegna Identità Golose a Milano – ha aggiunto Ferrazzi – ho invitato i ristoratori lombardi, e più in generale
italiani, affinché puntassero maggiormente sui nostri vini che troppo spesso non vengono valorizzati dal sistema della ristorazione.

Ritengo che la Lombardia – ha concluso Ferrazzi – in quanto terza area italiana per estensione viticola DOC preceduta solo dall’Asti e dal Chianti, con le sue oltre 1.000 etichette
suddivise tra 5 grandi DOCG (Franciacorta, Valtellina Sforzato, Valtellina Superiore, Oltrepò Pavese Metodo Classico e, ultimo arrivato, Moscato di Scanzo), 15 DOC e le numerose
IGT, debba comparire a pieno titolo in tutti i nostri ristoranti, senza temere alcun tipo di confronto per valorizzare, oltre che un ottimo prodotto, anche un territorio ricco di
tradizionali, cultura e ricchezze naturali”.

La vitivinicoltura in Lombardia conta circa 15.000 addetti, una superficie coperta da viti di oltre 23.400 ettari e produzioni medie di 1.300/1.500 ettolitri di vino l’anno. Le
produzioni DOC e DOCG rappresentano l’80% di quella complessiva.

Leggi Anche
Scrivi un commento