Milano: Nitrati – Per ottenere la deroga, le aziende agricole rispettino il termine del 30 aprile

Milano: Nitrati – Per ottenere la deroga, le aziende agricole rispettino il termine del 30 aprile

Milano – “Se vogliamo ottenere la deroga agli strettissimi valori dettati dai regolamenti comunitari in materia di nitrati, è obbligatorio che le
aziende agricole lombarde completino le comunicazioni alla Regione sull’utilizzazione dei liquami di allevamento e dei fertilizzanti azotati industriali, entro il termine attualmente fissato per
il 30 aprile”.

Così Luca Daniel Ferrazzi, assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, ha commentato i dati con i quali le aziende agricole lombarde hanno comunicato fino ad ora, con la procedura
Pua (Piano utilizzazione agronomica), la rispettiva utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e dei fertilizzanti azotati.

Il completamento di tale pratica segue l’avvio del procedimento amministrativo attivato da oltre 22.000 aziende lo scorso 30 settembre che a seguito di proroga regionale è da effettuarsi
entro il 30 aprile, e costituisce il passo obbligato affinché lo Stato possa procedere a richiedere alla Commissione Europea la deroga al limite di 170 chilogrammi di azoto distribuito per
ogni ettaro di terreno, fissato dalla normativa vigente. Un iter, questo, che hanno già seguito altri Paesi membri, e che ha sortito risvolti positivi. 

“La comunicazione dei Pua delle aziende – ha continuato Ferrazzi – ad oggi è ancora troppo lenta. Abbiamo già prorogato i termini della consegna dallo scorso dicembre al 30 aprile
prossimo, ed abbiamo messo tutti nelle condizione di operare. Ora esorto sia gli agricoltori sia le organizzazioni professionali ad impegnarsi ancora di più per concludere questa procedura
affinché sia possibile avanzare alla Commissione Europea la domanda di deroga alla direttiva nitrati per l’Italia e per la Lombardia. E’ l’unico modo per concretizzare questa
opportunità”.

“Sto predisponendo – ha aggiunto Ferrazzi – una lettera da inviare ai ministri Luca Zaia e Stefania Prestigiacomo, in cui  chiedo loro di adoperarsi fattivamente avanzando, sin da ora,
richiesta formale di deroga alla Commissione Europea , nell’attesa di vedere concluse positivamente le procedure di comunicazione”.

“Regione Lombardia – ha proseguito Ferrazzi – sta mantenendo gli impegni presi verso il proprio mondo agricolo. I fatti sono la nostra miglior testimonianza. Si va dagli oltre 60 milioni
stanziati per le agroenergie e la realizzazione di 50 impianti di biogas e gestione dell’azoto alla formazione tecnica, alle misure del Psr (Piano di sviluppo rurale), alla proroga dei termini
per la consegna delle comunicazioni , all’attività tecnica e di coordinamento svolta puntualmente dai nostri uffici,al sistema della ricerca regionale in agricoltura, ed altro
ancora”.

Related Posts
Leave a reply