Minimale Contributivo per i lavoratori all'estero nei paesi extraUE

D: Quali sono i paesi extraUe ai fini del pagamento sui minimali contributivi appunto per i lavoratori all’estero nei paesi extraUE? E come si calcola la relativa contribuzione?

R: Con D.L. del 16 gennaio 2008 – su G.U. 30 gennaio 2008, n. 25, è stato pubblicato l’aumento del minimale retributivo dei lavoratori italiani inviati a lavorare all’estero e di
conseguenza sale il minimale di contribuzione. Si tratta delle retribuzioni convenzionali sulle quali vanno calcolati i contributi INPS dovuti per chi lavora in Paesi diversi da quelli facenti
parte dell’Unione europea e da quelli legati all’Italia da convenzioni bilaterali di sicurezza sociale (Argentina, Australia, Canada, Usa, Venezuela, ecc.).

La contribuzione si calcola sulle retribuzioni convenzionali stabilite ogni anno con decreto governativo; si applicano le aliquote contributive vigenti in Italia, con lo sconto di dieci punti,
per la pensione; si applicano le altre aliquote contributive INPS (per le cosiddette assicurazioni minori) senza alcuno sconto.
I valori convenzionali mensili individuati nelle tabelle allegate al decreto sono divisibili per 26 giornate, in caso di assunzioni o risoluzioni del rapporto di lavoro, ovvero di trasferimenti
da o per l’estero, che avvengono nel corso del mese.

Related Posts
Leave a reply