Lazio – Sviluppo, cooperazione e internazionalizzazione, sono i temi al centro del forum per le piccole e medie imprese che conclude la missione di due giorni (19-20 novembre) della
Regione Lazio in Montenegro, la missione, organizzata da Sviluppo Lazio, rientra nel progetto ‘Reset D’, un piano di interventi finanziato dall’Unione europea a cui partecipano anche la regione
Basilicata, Romania, Montenegro, Serbia e Bosnia Erzegovina.

Nel corso della due giorni a Podgorica gli imprenditori laziali hanno incontrato esponenti del governo montenegrino e operatori economici per approfondire opportunità di collaborazione e
di partnership tra i distretti e i sistemi locali di impresa. I settori interessati dal progetto rientrano tra le principali voci dell’interscambio con le repubbliche balcaniche:
agroalimentare, ambiente, ricerca, informatica, e-government e commercio.

“Il Montenegro – ha spiegato l’assessore regionale a Pmi, commercio e artigianato Francesco De Angelis – è un Paese strategico per esportare il sistema laziale dei distretti industriali.
Siamo qui anche per testare le opportunità offerte dall’accordo di libero scambio sottoscritto con la Federazione Russa, che offre la possibilità di accedere ad un mercato di 150
milioni di persone senza barriere doganali. Un’attenzione che è in linea con le recenti politiche di sostegno adottate da Bruxelles, che ha avviato un processo di associazione e di
stabilizzazione con la giovane Repubblica montenegrina”

“L’Italia – ha ricordato De Angelis – è il principale partner commerciale del Montenegro, con scambi che in alcuni settori superano il 40% del totale. Anche da un punto di vista
politico, la recente costituzione di un’Ambasciata a Podgorica, ha rafforzato le relazioni tra i due Paesi. La Repubblica del Montenegro ha in questa fase tutte le caratteristiche per attrarre
una politica di cooperazione allo sviluppo e di collaborazione della ‘marca’ laziale”.

L’economia montenegrina è in buona salute: crescita del Pil al 7%, inflazione al 2,8%, disoccupazione ai minimi storici, boom degli investimenti esteri. Dopo l’appuntamento di Podgorica,
il prossimo 11 dicembre è fissato a Roma un incontro ai massimi livelli istituzionali per la firma dei protocolli di intesa Lazio-Montenegro per l’avvio della cooperazione.