Il 18 gennaio 2007 è stato approvato il nuovo codice deontologico forense, che ha subito modifiche coerentemente a quanto stabilito dalla legge Bersani in merito alle
liberalizzazioni.
Il codice aggiornato è stato consegnato da Guido Alpa, presidente del Consiglio Nazionale Forense, al Presidente Napolitano.
Tra le principali novità introdotte, troviamo la pubblicità e le norme relative al compenso.
In particolare gli avvocati possono pubblicizzare la loro attività e fornire informazioni ad essa relative. Tuttavia le notizie fornite devono essere veritiere e non possono riguardate
dai confidenziali protetti dal segreto professionale.
Inoltre, possono essere sponsorizzati i seminari di studio, i convegni e i corsi di formazione, purchè la sponsorizzazione non abbia fine di lucro.
Riguardo ai compensi, sono aboliti i minimi tariffari, ma è concesso il patto di quota-lite, ovvero il pagamento dipendente dall’esito della causa. Rimane, invece, l’imposizione dei
compenso come proporzionale all’attività svolta.

Codice deontologico forense, aggiornato al 18 gennaio 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf