Molestie sessuali per gioco da “Amici” di Maria De Filippi: ADOC dice NO

Molestie sessuali per gioco da “Amici” di Maria De Filippi: ADOC dice NO

Roma – Durante l’ultima puntata della trasmissione “Amici” di Maria De Filippi è stato organizzato uno “scherzo” alla cantante Emma Marrone con un ballerino sul palco a molestarla, toccandola e strusciandosi mentre lei stava facendo le prove. Per Adoc è stato uno “scherzo” di pessimo gusto, le molestie sessuali non fanno mai ridere, neanche per finta.

“Non c’è nulla da ridere nello “scherzo” subito da Emma Marrone durante l’ultima puntata di “Amici” – dichiara Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc – le molestie sessuali, anche se inscenate con finalità ludiche, non sono mai divertenti. Né può essere fatto passare il messaggio che lo siano, soprattutto in considerazione del fatto che la trasmissione “Amici” è una delle più seguite in Italia, con un pubblico composto prevalentemente da adolescenti. Abbiamo trovato particolarmente inopportuno questo “scherzo”, che va a dissacrare un fenomeno, le molestie sessuali, che può sfociare nella violenza e nel femminicidio. Ricordiamo che negli ultimi dieci anni, secondo uno studio dell’Eures, le donne uccise in Italia sono state oltre 1.700, di cui il 71% in famiglia (e il 67,6% di queste all’interno della coppia). In risposta a questa vergognosa barbarie l’Adoc ha lanciato l’iniziativa “L’amore non ha lividi”, un progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, mirato alla prevenzione, all’informazione, alla sensibilizzazione e all’assistenza di tutte le donne vittime di violenza. Da anni siamo fortemente impegnati nel combattere la violenza, e vedere derubricare le molestie sessuali a scherzo lo riteniamo pericoloso e antieducativo”.

Flavio Mollicone
Resp. Ufficio Stampa Adoc

Webwww.adocnazionale.it
FacebookAdoc – Associazione Difesa Orientamento Consumatori
TwitterADOC

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento